Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Messina. Prima condanna per la morte di Ilaria Boemi

Ilaria Boemi (foto da FB)
Ilaria Boemi (foto da FB)

Condannata a 6 anni e 8 mesi Gaia Auteri, coinvolta nella morte di Ilaria Boemi, la studentessa di appena 16 anni morta il 10 agosto dell’anno scorso in spiaggia. La sentenza è del Giudice per l’Udienza Preliminare del Tribunale di Messina Daniela Urbani. La ragazzina morì dopo aver ingerito una droga sintetica, l’MDMA, mentre era con altre persone sulla spiaggia del lungomare del Ringo.

La Auteri, giudicata con rito abbreviato, è stata condannata per aver ceduto lo stupefacente a Ilaria Boemi per conto di un’altra ragazza. Il pubblico ministero Stefania La Rosa aveva chiesto una condanna a 5 anni e 5 mesi. A condurre le indagini sulla morte della 16enne gli uomini della Squadra Mobile della Questura di Messina, che sono riusciti a ricostruire tutti passaggi che portarono la droga fino a Ilaria Boemi, che la sera della morte era altre due persone, entrambe rinviate a giudizio: un 39enne e un’altra ragazzina. Rinviato a giudizio anche un altro giovane, accusato di aver ceduto la droga fatale per la studentessa.