Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Messina. Commissariato Nord, la spending review che non piace ad Accorinti

Biblioteca-PrefetturaQuando la spending review riguarda solo gli altri. Il ministero degli Interni dà un giro di vite ai costi di locazione in tutta l’Italia.

Quindi anche a Messina, dove il Comune da anni affitta al Viminale gli uffici che ospitano il Commissariato di Polizia di Messina Nord.

Ma la richiesta di ridurre il canone mensile non è piaciuta all’amministrazione Accorinti, che ha risposto con un secco niet.

La stessa amministrazione che invocando il senso di responsabilità dei messinesi ha alzato le tasse al massimo, senza offrire in cambio un servizio (dall’acqua alla raccolta rifiuti, passando per il trasporto pubblico) che sia minimamente decente.

Il problema è emerso stamane durante la riunione in Prefettura del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. Sconcerto a Palazzo del Governo per questa presa di posizione, inaspettata da parte di un esecutivo che è stato eletto con determinate premesse e con promesse di rispetto e cura della cosa pubblica.

“Se il canone sarà ridotto sfratteranno il Commissariato -spiegano dalla Prefettura- ma noi non possiamo fare diversamente visto che le direttive di riduzione dei canoni ci arrivano direttamente da Roma. Contiamo su un ripensamento di Palazzo Zanca, perché il rischio è che si pregiudichi la permanenza del posto di Polizia sul territorio”.

Presenti alla riunione presieduta dal prefetto Stefano Trotta i responsabili delle Forze di Polizia, il vicecomandante provinciale dei Vigili del Fuoco, i comandanti delle Capitanerie di Porto di Messina e Milazzo, il presidente dell’Autorità Portuale di Messina e i rappresentanti dell’Azienda Sanitaria Provinciale 5 e dell’Ufficio delle Dogane.

Nel corso del vertice è stato approvato il Piano Locale “Cristoforo Colombo” che prevede apposite misure per la prevenzione e il contrasto di atti terroristici in ambito marittimo o portuale.

Il prefetto Trotta “ha espresso particolare soddisfazione in merito alla circostanza che la Prefettura di Messina è stata la prima sul territorio nazionale ad approvare una pianificazione di sicurezza portuale comprensiva anche del rischio per atti di natura terroristica”.

Esaminata anche la relazione con la quale il sindaco di Messina Renato Accorinti e l’assessore al Risanamento Sergio De Cola hanno tracciato un quadro complessivo degli interventi attivati per attuare il progetto di riqualificazione di Fondo Fucile, sottolineando “le conseguenze negative derivanti dalla riduzione del finanziamento inizialmente previsto dalla Regione Sicilia, che non consentirà di assicurare la totalità degli interventi originariamente stabiliti”. Il prefetto Trotta si è impegnato a sensibilizzare sull’argomento il presidente della Regione Rosario Crocetta.

 

 

Elisabetta Raffa

Giornalista professionista dal secolo scorso, si divide equamente tra articoli di economia e politica, la cucina vegana, i propri cani, i libri, la musica, il teatro e le serate con gli amici, non necessariamente in quest’ordine. Allergica ai punti e virgola e all’abuso dei due punti, crede fermamente nel congiuntivo e ripete continuamente che gli unici due ausiliari concessi sono essere e avere. La sua frase preferita è: “Se rinasco voglio essere la moglie dell’ispettore Barnaby”.