Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Messina. Boccetta chiuso per lavori, dal 26 settembre l’inferno

RitiroVertice in Prefettura del Comitato Operativo Viabilità, coordinato dal viceCapo di Gabinetto Matilde Mulè, sull’avvio dei lavori di adeguamento statico e miglioramento sismico che il 26 settembre inizieranno sul viadotto Ritiro e che prevedono la chiusura dello svincolo in direzione Palermo.  Alla riunione dell’organismo tecnico, del cui fanno parte come membri permanenti la Polizia Stradale, i Vigili del Fuoco e i Carabinieri, hanno partecipato anche l’assessore alla Mobilità del Comune di Messina Gaetano Cacciola, il dirigente del Dipartimento Mobilità,  la Polizia Municipale di Messina, l’ANAS, il Consorzio Autostrade Siciliane e la società armatoriale privata Caronte&Tourist. La riunione si è resa necessaria per l’esigenza di ridurre la carreggiata già prima dello svincolo del Boccetta e lungo tutto il tratto  che corre sopra il  viadotto Ritiro. Fatto questo che aveva fatto posticipare l’avvio dei lavori preparatori al termine della stagione estiva, a causa dell’intensificarsi del flusso veicolare.

Oltre ai mezzi di soccorso dei Vigili del Fuoco, potranno accedere

allo svincolo in direzione Palermo solo quelli autorizzati. Nei prossimi giorni sarà installata una sbarra telematica, azionata tramite l’utilizzo di telecomandi. Il CAS renderà disponibile anche un numero telefonico per l’attivazione della sbarra, limitatamente a esigenze relative al soccorso sanitario, all’ordine pubblico e alla protezione civile.

In relazione all’impatto sulla viabilità cittadina creato dalla chiusura dello svincolo del Boccetta in ingresso, il Comune ha evidenzia che l’interdizione anche nei riguardi delle autolinee di trasporto pubblico urbano ed extraurbano creerebbe eccessivo disagio all’utenza, a partire da quella scolastica, con conseguente appesantimento del traffico automobilistico. Sarà effettuato un ulteriore sopralluogo sul luogo individuato per la collocazione della sbarra di delimitazione, così da verificare eventuali criticità derivanti dalla percorrenza dei bus di linea e per studiare eventuali misure alternative.

La segnaletica, approntata secondo le indicazioni fornite dal Comune, sarà collocata nei prossimi giorni nei punti strategici della città e resa ben visibile all’utenza. In ogni caso ci sarà un periodo di  sperimentazione che servirà a testare l’efficacia delle misure adottate. Un’ulteriore riunione di aggiornamento si terrà in Prefettura il prossimo 9 settembre.