#Messina. Barcellona: per il sindaco Materia in cassa 2 milioni 800 mila euro

Consegna contabilità a Materia 18-6-2015Dalle 10 alle 10.40. Quaranta minuti per verificare lo stato delle finanze del Comune di Barcellona Pozzo di Gotto. Dall’estratto conto della Tesoreria, l’1 gennaio 2015 c’erano in cassa 6 milioni 892.841,67 euro.

I pignoramenti da terzi presso il Tesoriere ammontano a 26 mila 466,87, le entrate a 32 milioni 428.356,65 euro e le uscite a 36 milioni 879.894,07 euro. Tra pagamenti non ancora caricati in tesoreria (411.123,66 euro) e entrate da incassare (802.209,09 euro), il saldo sul quale il neo sindaco Roberto Materia può contare ammonta a 2 milioni 805.922,81 euro di fondo cassa.

“Si dà atto -si legge nel verbale di consegna- che l’utilizzazione dell’anticipazione di tesoreria ammonta a 13

milioni 199.642,82 euro, rispetto a un massimo concedibile di 13 milioni 365.259 euro. Il saldo dei conti vincolati, già compresi nei saldi precedenti, alla data di riferimento (il 16 giugno, ndr) ammonta a 14 milioni 891.656,14 euro.

Presenti alla verifica, oltre ovviamente al sindaco Materia, il commissario straordinario Fulvio Bellomo, il segretario generale Sabrina Ragusa, il dirigente i Servizi Finanziari Elisabetta Bartolone e il Collegio dei Revisori dei Conti composto da Palma Rita Genovese, Massimo Giambò e Massimiliano Branca.

“Si precisa -puntualizza la presidente del Collegio dei revisori Pama Rita Genovese- che il fondo cassa è tutto vincolato. Poiché i fondi vincolati ammontano a 14 milioni 891.656,14 euro, il Comune deve il vincolo. Ciò significa che nel momento in cui si incassano somme proprie dell’ente, le stesse copriranno il debito che oggi ammonta a 13 milioni 199.642,82 euro, corrispondente all’anticipazione di Tesoreria”.

 

Carmelo Amato

Il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori comunali, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *