Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Messina. Barcellona, Giuseppe Pirri: c’è chi specula sul dolore della famiglia

Il funerale del piccolo Giuseppe il 3 giugno scorso
Il funerale del piccolo Giuseppe il 3 giugno scorso

Succede anche questo, che gente senza scrupoli speculi sullo strazio di una famiglia devastata dal dolore. Neanche il tempo di seppellire il piccolo Giuseppe Pirri, caduto il 30 maggio scorso dal quinto piano di una palazzina a Fondaco Nuovo, a Barcellona Pozzo di Gotto, che già c’è chi approfitta della buonafede e della generosità altrui.

Ci sono persone, totalmente estranee alla famiglia Pirri, che stanno indegnamente usando il lutto del piccolo Giuseppe per raccogliere denaro per il proprio vantaggio personale.

La famiglia Pirri sottolinea che queste persone sono disoneste e non hanno nulla a che fare con il dolore dei familiari del piccolo. La mamma e il papà di Giuseppe ringraziano tutta i barcellonesi per il calore che hanno loro dimostrato in questo terribile frangente.

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.