#Messina. Assistenza e trasporto disabili, FP Cgil: “No a ribassi del 100%”

Foto Paolo Furrer
Foto Paolo Furrer

Risoluzione della vertenza e pagamento degli stipendi dei lavoratori del servizio di assistenza e trasporto dei disabili che frequentano le scuole superiori della provincia di Messina.

Lo pretende la Funzione Pubblica della Cgil di Messina durante la riunione a Palazzo dei Leoni alla presenza dei dirigenti, del segretario generale e dei funzionari.

Mai più bandi di gara con la previsione del ribasso del 100%: la richiesta è della FP Cgil  ed è condivisa dai vertici di Palazzo dei Leoni.

“Con amarezza prendiamo atto che finalmente la Provincia ha deciso di condividere tutti i rilievi che avevamo posto quando sono stati pubblicati i bandi di gara redatti dall’ingegner Carditello -dichiara Clara Crocè, segretario generale della FP Cgil di Messina. I dirigenti che lo hanno sostituito

hanno preso atto del disastro.

Abbiamo evidenziato tutte le problematiche riscontrate nel servizio, soprattutto quelle relative alla regolarizzazione contrattuale  e al pagamento degli stipendi.

Pretendiamo controlli, contestazioni e rescissione degli appalti e i vertici di Palazzo dei Leoni hanno assunto l’impegno della risoluzione della vertenza. Il servizio sarà costantemente monitorato dall’ente appaltante e in caso di inadempienza è pronta la rescissione del contratto. Finalmente, dopo un anno e mezzo di denunce la Provincia ha avuto contezza del disastro che provocano bandi di gara che non tengano conto dei bisogni di utenti e lavoratori. Non possono essere previsti ribassi del 100% su servizi che necessitano dei costi di gestione“.

La FP Cgil ha poi chiesto alla cooperative affidatarie Progetto vita e Comunità per vivere insieme di liquidare entro il 12 gli stipendi di dicembre e gennaio. In caso contrario, il sindacato minaccia il blocco del servizio nell’intera provincia.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.