Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Messina, arrestato pregiudicato 73enne: minacciava di farsi esplodere con 3 bombole di gas

MESSINA. Nell’ambito dei servizi Periferie Sicure, finalizzati a implementare il senso di sicurezza nella zona sud della città, ieri sera i Carabinieri della Compagnia di Messina Sud hanno arrestato G. C., 73enne pregiudicato, per il reato di violenza privata aggravata con minaccia. Nel pomeriggio, dall’interno della propria abitazione, a causa di vecchi dissapori  con il proprio vicino di casa, l’anziano ha minacciato di farsi esplodere con 3 bombole di gas, nella convinzione che l’esplosione avrebbe causato la distruzione oltre che della propria abitazione anche di quella del rivale. 

Grazie a una telefonata al 112 i militari dell’Arma hanno immediatamente raggiunto il posto segnalato e dopo aver fatto allontanare altri cittadini presenti nelle immediate vicinanze ponendoli a distanza di sicurezza, hanno attivato un’opera di convincimento dell’uomo che, una volta tranquillizzato, ha consentito ai carabinieri di accedere all’interno della propria abitazione, continuando però a reiterare le minacce  nei confronti del vicino.

Il 73enne è stato arrestato in quanto ritenuto responsabile del reato di violenza privata aggravata con minaccia e stamane è stato condotto dinnanzi al Giudice del Tribunale di Messina per essere processato con rito direttissimo. Il magistrato, dopo aver convalidato l’arresto operato dai Carabinieri, ha disposto la traduzione dell’arrestato nella Casa Circondariale di Messina Gazzi.