Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Messina. Primo bilancio del sindaco di Barcellona su acqua, rifiuti & Co.

Il sindaco Materia il giorno del suo insediamento
Il sindaco Materia il giorno del suo insediamento

A un mese esatto dall’insediamento il sindaco di Barcellona Pozzo di Gotto Roberto Materia fa il punto della situazione. Quattro settimane non semplici e costellate da numerose polemiche.

Una delle più significative, ma il sindaco non ne parla nel lungo post pubblicato su facebook, quella di effettuare la sua prima uscita ufficiale al Museo Cassata, dove ad accoglierlo c’era l’ex Procuratore Generale di Messina Franco Cassata, condannato un paio di giorni dopo anche in appello per diffamazione aggravata nei confronti di Adolfo Parmaliana, con la creazione di un falso dossier dopo la morte di questi.

“Sia io quanto la Giunta siamo al lavoro mattina, pomeriggio e sera per cercare di garantire i servizi minimi sino ad oggi rimasti una chimera -scrive Materia. Ne sono e ne siamo consapevoli e voglio rassicurarVi sul fatto che non mi fermerò sino a quando non si andrà a regime e sino a quando non riusciremo a programmare.

Sì, programmare. Oggi, legittimamente, l’opposizione avanza domande circa -ad esempio- i servizi garantiti ai bagnanti. Mi domando se tali servizi non sarebbe stato opportuno programmarli, magari, sin da marzo e non dovere attendere luglio. Ma lasciamo perdere ed andiamo avanti, cercando di perseguire i tanti obiettivi che ci attendono. Di seguito, un riassunto di alcuni temi.

RESOCONTO: nei prossimi giorni, come promesso nella Cerimonia di insediamento, informerò in maniera dettagliata circa le attività poste in essere in questo primo mese di amministrazione. Sono e siamo a Vostro servizio ed è quindi obbligatorio per chi Vi scrive rendere conto di ciò che si è fatto e di quali (e quante!) difficoltà si siano trovate davanti a noi.

ORDINARIA AMMINISTRAZIONE: ad oggi sono arrivate oltre 1000 segnalazioni (tra questa Fanpage e l’Ufficio Relazioni col Pubblico) circa disservizi, “indecoro urbano” e richieste di aiuti economici e di lavoro soprattutto. Una media di oltre trenta Cittadini che ogni giorno mi scrivono manifestando tutte le mancanze di un Comune ad oggi ancora troppo lontano dai bisogni di chi dovrebbe rappresentare, ascoltare, aiutare. Tanti i temi, ne affronto qualcuno.

ACQUA: abbiamo registrato criticità nell’erogazione, fra gli altri, nei seguenti Quartieri: Acquacalda, Oreto, Acquaficara, San Paolo, Maloto e Gala. In generale ed a macchia di leopardo, tutta la Città soffre di carenze strutturali riguardo al rifornimento di acqua alle quali stiamo cercando di porre rimedio attraverso interventi urgenti o l’utilizzo di autobotti. Queste però non sono le soluzioni.

Bisognerà mettere mano, una volte per tutte e dalle fondamenta, a carenze strutturali e datate, unendo tuttavia l’esigenza di maggiore senso civico circa l’utilizzo di un bene sempre più scarso come l’acqua.

A tal proposito, anticipo l’emanazione di una Ordinanza volta ad indicare i comportamenti corretti e quelli proibiti. La cosa pubblica è di tutti e di nessuno in particolare. Anche su questo aspetto sarò martellante perché siamo davvero indietro.

DECORO URBANO E SPIAGGE: la Dusty e la squadra comunale sono a lavoro quotidianamente per garantire i servizi ordinari e cercare di recuperare dallo stato di enorme sporcizia in cui versano tutti i Quartieri che non siano le vie centrali. Stiamo trovando difficoltà dappertutto perché la Barcellona Pozzo di Gotto che abbiamo ricevuto è sotto questo punto di vista davvero ai minimi termini. Dispiace affermare ciò, ma debbo essere chiaro con Voi, non sarà immediata la pulizia integrale delle nostre e Vostre strade.

All’attività pubblica, deve unirsi un maggior senso civico dei Cittadini. Riparare -ad esempio- le docce della litoranea e vederle nuovamente rotte dopo solo 24 ore da la misura del grado di inciviltà di cui molti “cittadini” sono capaci. Mi rivolgo alla parte sana: segnalate alla Forze di Polizia questi episodi. Questi “signori” dovranno capire presto che non è più aria per veri e propri insulti alla collettività.

Riguardo le spiagge, infine, rispondo al Consigliere ed ex Assessore al Contenzioso con delega al Turismo Avvocato Bongiovanni in carica sino a marzo 2015, che si domanda il perché del mancato accordo con la Croce Rossa locale per garantire il servizio attivato l’anno scorso e denominato “Bike rescue” (personale della CRI che in bici monitora le spiagge per offrire eventuale intermediazione all’assistenza medica).

Avvocato, sarebbe stato opportuno che Lei in qualità di Assessore con delega al Turismo sino a marzo 2015 avesse già provveduto a tale rinnovo del servizio qualora ritenuto effettivamente di supporto ai bagnanti. Mi sembra segno di cattiva programmazione (e quindi di amministrazione) quello di provvedere -a luglio- per dei servizi da erogare a luglio stesso. Così almeno la penso e mi sembra non sia il solo.

BIKE SHARING: di fronte al contratto in essere, con relativa attività di manutenzione, ci porremo con l’intenzione di capire pro e contro dall’avere queste isole e queste bici -ad oggi- inutilizzate in gran parte anche perché nulla è stata in passato l’attività di promozione, comunicazione e sensibilizzazione circa il loro utilizzo.

OSPEDALE: ho letto in questi ultimi giorni nuovi interventi sul tema. Ricordo a me stesso ed a Voi cari Concittadini circa l’incontro avuto il 23/06 con il DG Sirna che ha garantito quanto segue: in tempi brevi arriveremona soluzione che tuteli i nosocomi di Barcellona Pozzo di Gotto e Milazzo prevedendo, ad esempio, un miglioramento del servizio di emergenza-urgenza attraverso il completamento dell’organico del Pronto Soccorso.

Abbiamo inoltre convenuto che nella nostra Città Cardiologia debba essere potenziata: da due medici, si passerà ad otto ed uno di questi sarà introdotto in organico a giorni. Saranno inoltre messe a disposizione in maniera permanente due ambulanze che potranno garantire un rapido trasferimento delle urgenze a livello di chirurgia a Milazzo.

Avremo garantiti 27 posti per la riabilitazione e partirà subito la gara -800.000 euro disponibili- per il completamento del padiglione del Cutroni Zodda ad oggi incompleto. Su questi impegni assunti circa un mese fa tornerò a confrontarmi col Dr. Sirna a giorni. Nell’attesa, sarebbe opportuno terminassero gli interventi da campagna elettorale.

RANDAGISMO: ho seguito non senza dispiacere la polemica sugli organi di stampa fra il Consigliere Campo ed il Consigliere Bucolo circa le “soluzioni” sul tema importante del randagismo. Informo loro ed anche Voi Concittadini che è stata affidata la delega e che cercheremo di fornire delle proposte reali e concrete che possano contrastare questo increscioso fenomeno -sia per i cittadini che per gli animali stessi.

CCN POZZO DEI GOTI: a breve gli Assessori incontreranno il Consorzio per entrare nell’operatività di un percorso che dovrà porsi come obiettivo la rivalutazione di un importante Quartiere qual è Pozzo di Gotto.

STATO-REGIONE: si preannunciano ulteriori problemi circa il trasferimento di fondi dallo Stato alla Regione Siciliana e fra quest’ultima e le diverse municipalità fra cui Barcellona Pozzo di Gotto. Speriamo che Palermo riesca presto a risolvere una situazione che ad oggi provoca non poca preoccupazione.

PIGNORAMENTO: come sapete, mi sono trovato davanti qualche giorno fa l’ingiunzione di pagamento di ben 1.100.000,00 € riguardo un procedimento iniziato oltre 30 anni fa e che si è trascinato sino ad oggi. Ho dato mandato all’Assessore al Contenzioso di presentare una relazione dettagliata per capire se e quali responsabilità vi siano circa questo rischio che provocherebbe un vero e proprio salasso per le casse comunali.

Intanto, informo che è stato presentato ricorso avverso al pignoramento poiché tali somme debbono essere considerate impignorabili in quanto servono per pagare gli stipendi dei dipendenti e non possono essere finalizzate a questi scopi. I Giudici hanno fissato udienza di merito il 6 agosto prossimo.

TEATRO: con non poco stupore ho letto le esternazioni di molti esponenti dell’Opposizione Comunale ed extra Comunale (come quelle della dott.ssa Collica o del dott. Calabrò) circa il percorso avviato. Assunto il fatto di avere il pieno di diritto di perseguire un indirizzo politico sulla struttura -peraltro apertamente dichiarato in campagna elettorale-, debbo constatare come false le strumentali affermazioni circa una presunta volontà di bypassare il Consiglio Comunale.

Ciò è falso poiché il Sindaco non ha proceduto ad alcuna ratificazione di alcun accordo, ma ha solamente provveduto ad incontrare i vertici del Teatro di Messina per intavolare un percorso che possa tutelare entrambe le strutture. Risulta ovvio, e dovrebbe risultarlo anche per chi ha evidentemente esigenza di apparire “attivo”, che il Sindaco dovrà comunque presentare una Delibera che andrà al voto del Consiglio. Per il resto, cari Concittadini, si registra ancora l’assenza di un rendiconto delle entrate e delle uscite.

Conti che invece hanno dovuto fare le scuole di danza, impossibilitate ad organizzare i saggi in un’Arena Montecroci priva delle autorizzazioni necessarie, e costrette a pagare affitti di migliaia di euro per garantire alle centinaia e bambine e bambini il giusto epilogo di un percorso formativo.

Sono sicuro solo di una cosa: il Nuovo Teatro Mandanici tornerà nella piena disponibilità di Barcellona Pozzo di Gotto poiché abbiamo tutte le capacità di poterlo gestire.

BASKET BARCELLONA: se avete letto sin qui, capirete che il Basket Barcellona è certamente importante per ciò che rappresenta e che potrebbe rappresentare in futuro, ma non è di certo la priorità fra le priorità. Ciò sento di doverlo esternare chiaramente verso tutti quei padri e madri di famiglia che mi hanno chiesto lumi circa l’impegno dell’Amministrazione Comunale sul punto.

Il Vostro Sindaco si è solamente sentito in dovere di sondare la disponibilità di aziende che possano collaborare con l’attuale Società per non disperdere questo prezioso bene. In questi giorni cercherò di chiudere anche questo cerchio per lasciare spazio ai privati di fare il loro. Il Comune continuerà ad essere vicino nei canoni istituzionali.

PROCURA: termino salutando con piacere le notizie circa il potenziamento della Procura di Barcellona Pozzo di Gotto attraverso la nomina di un nuovo Procuratore e di nuovi Sostituti Procuratori. Questa è una bellissima notizia poiché conferma la presenza delle Istituzioni nella nostra complessa terra. A tal proposito, sono lieto di porgere un sentimento di vivo compiacimento agli Organi Inquirenti ed a tutte le Forze di Polizia per i risultati ottenuti in questi ultimi giorni.

L’Amministrazione sarà sempre felice di poter collaborare secondo quelli che sono i suoi compiti e spazi, all’affermazione di un principio sacro quale è quello legalità, scevro da cappelli e strumentalizzazioni come quelli che purtroppo in questi giorni siamo stati costretti a leggere sulle cronache regionali e non solo.Il Vostro Sindaco”.

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.