#Messina. Accoltella la moglie, arrestato 31enne nigeriano

Osazee Osagie
Osazee Osagie

CAPO D’ORLANDO La prima violenza del 2015 è contro una donna. In manette 31enne nigeriano che ha accoltellato la moglie. Ieri sera i carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato Osagie Osazee, ospitato nel centro SPRAR (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) con l’accusa di maltrattamenti in e lesioni personali nei confronti della moglie 19enne.

“Una chiamata al 112 -spiegano dal Comando provinciale dei Carabinieri di Messina– ha avvisato che nella struttura era in corso una violenta lite nel corso della quale una donna era stata accoltellata.

Subito sono intervenute le pattuglie della Stazione di Capo d’Orlando e dell’Aliquota Radiomobile, che hanno trovato una donna a terra, ferita in più parti del corpo, che ha

riferito di essere stata appena colpita con un coltello dal proprio marito che poi si era dato alla fuga. La giovane è stata trasportata al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Sant’Agata Militello”.

I carabinieri si sono subito messi sulle tracce del nigeriano, che è stato trovato poco lontano dallo SPRAR. Nonostante la resistenza opposta dal 31enne, i militari sono riusciti a bloccarlo e condurlo in caserma.

Gli accertamenti successivi hanno fatto emergere che “i due non erano nuovi a questi episodi e che già in passato il nigeriano avrebbe picchiato la donna e danneggiato la camera da letto assegnata agli stessi.

La donna ha riportato ferite non gravi ed è stata dimessa dall’ospedale in tarda serata, mentre Osagie è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate, resistenza a pubblico ufficiale e aggravato e trattenuto nelle camere di sicurezza della Stazione di Capo d’Orlando in attesa del rito direttissimo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.