Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Messina – A bordo di un autocarro con 35kg di marijuana: 2 persone arrestate dalla Guardia di Finanza

A Messina i Finanzieri del Comando Provinciale  hanno sequestrato circa 35 Kg. di marijuana, occultati all’interno di un autocarro in transito sullo stretto, che risultava trasportare generi ortofrutticoli destinati alla Sicilia orientale.

Il sequestro è stato eseguito nell’area d’arrivo del porto di Tremestieri.

Il Gruppo della Guardia di Finanza di Messina, insospettiti dal nervoso atteggiamento dell’autotrasportatore e del suo complice, hanno effettuato un controllo approfondito del mezzo e dell’annesso rimorchio, avvalendosi dell’ausilio del cane antidroga “Dandy”, appartenente alla Sezione Cinofili del medesimo Reparto peloritano.

Il controllo ha confermato le iniziali intuizioni dei Finanzieri. Sul mezzo sono stati rinvenuti, all’interno di un vano porta bancale, 8 confezioni di marijuana, tutte sigillate, per un totale di circa 35 chili. Lo stupefacente è stato sottoposto a sequestro, già convalidato dalla Procura della Repubblica di Messina, e messo a disposizione della medesima Autorità Giudiziaria per i conseguenti accertamenti tecnici.

La droga, pronta per essere immessa nel fiorente mercato siciliano, avrebbe potuto fruttare, alla vendita al dettaglio, illeciti guadagni per circa 350.000,00 euro.

L’autotrasportatore, P.S. cl. 74,ed il complice, A.M. cl. 73, entrambi di origini catanesi, sono stati tratti in arresto, in flagranza di reato, per traffico illecito di sostanze stupefacenti, venendo tradotti presso la Casa Circondariale di Gazzi a Messina. Nel corso del controllo, sono stati sequestrati, altresì, 2.000,00 euro in contanti ed i telefoni cellulari.

 

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.