Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Sicurezza dei torrenti, primo incontro tra Francilia e Genio Civile

Il torrente Larderia

Qualcosa si muove per la messa in sicurezza del territorio. Dopo la firma della convenzione tra l’Ente Provincia, l’Ente Sviluppo Agricolo, gli assessorati Regionale alle Risorse Agricole ed alle Infrastrutture, il Dipartimento di Protezione Civile regionale ed il Genio Civile si sta lavorando per trasformare l’accordo in atti concreti.

Il consigliere UDC di Palazzo dei Leoni Matteo Francilia si è già incontrato con i vertici di via dei Mille per definire il percorso da seguire adesso che l’Esa ha messo a disposizione gratuitamente mezzi e uomini per pulire il letto dei torrenti delle coste della provincia.

“Ieri mattina ho avuto il primo incontro con il Genio Civile -spiega Francilia. Bisognerà creare un tavolo tecnico per individuare le priorità di intervento, dopodiché partiranno i lavori. Intanto, c’è grande soddisfazione per la firma di questa convenzione che abbiamo fortemente sollecitato”.

A spingere verso la firma dell’accordo la situazione costante di grave rischio nei mesi invernali.

Spesso il livello degli alvei dei torrenti del litorale jonico e

tirrenico  è superiore a quello dei centri abitati limitrofi e ciò rende la situazione estremamente pericolosa per i cittadini e per la viabilità rurale, per cui la loro ridefinizione è assolutamente necessaria ed improcrastinabile.

Matteo Francilia

Il tutto avverrà a costo zero per la Provincia di Messina non solo perché l’Ente Sviluppo Agricolo fornirà i propri trattori ed il personale, ma anche perché gli assessorati interessati contribuiranno alle spese che al momento Palazzo dei Leoni non può permettersi per problemi di liquidità.

“A mio avviso -spiega Francilia- non si può parlare di sviluppo del territorio se prima non si lavora sulla messa in sicurezza. Finalmente dopo un gran numero di mozioni e interrogazioni siamo riusciti ad arrivare a questa firma, che in qualche modo apre la strada ai lavori di risagomatura dei torrenti a rischio.

Adesso ci sono le basi per importanti lavori sul territorio provinciale e questo solo grazie alla sinergia di enti e soggetti politici diversi, che metteranno insieme risorse per una causa importante e imprescindibile qual è la sicurezza dei cittadini, costantemente minacciata dalle esondazioni”.

Francesca Duca

Ventinovenne, aspirante giornalista, docente, speaker radiofonica. Dopo una breve parentesi a Chicago, torna a preferire le acque blu dello Stretto a quelle del lago Michigan. In redazione si è aggiudicata il titolo di "Nostra signora degli ultimi" per interviste e approfondimenti su tematiche sociali che riguardano anziani, immigrati, diritti civili e dell'infanzia.Ultimamente si è cimentata in analisi politiche sulle vicende che animano i corridoi di Palazzo Zanca.