Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Mediazione, protocollo tra la Corte Arbitrale Europea e l’Ordine degli Ingegneri di Messina

In virtù di un protocollo d’intesa presentato il 5 maggio, la Corte Arbitrale Europea e il Centro di Mediazione dell’Europa, del Mediterraneo e del Medio Oriente, quest’ultimo Organismo di conciliazione e Ente di formazione Accreditato presso il Ministero della Giustizia, forniranno all’Ordine degli Ingegneri la consulenza per la costituzione del nuovo Organismo e provvederanno alla formazione dei mediatori, a partire dal mese di settembre. 

Durante la presentazione Santi Trovato, presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Messina, ha evidenziato l’opportunità di costituire un Organismo di Conciliazione al fine di dirimere rapidamente le controversie di competenza dell’Ordine, così come previsto dal Dec. Legislat. 28/2010. 

Mario Mancuso, presidente della Sezione Sicilia della Corte Arbitrale Europea e del Centro di Mediazione, ha evidenziato che la mediazione dà la grande opportunità di risolvere anche difficili controversie già iniziate, in tempi molto rapidi, ed a costi di gran lunga inferiori rispetto ad un giudizio ordinario. Mancuso ha anche rilevato che costituisce un motivo di orgoglio e di soddisfazione il fatto che l’Ordine degli Ingegneri abbia scelto la Corte Arbitrale Europea e il Centro di Mediazione, poiché ciò dimostra il prestigio e la competenza degli Enti che rappresenta e dei suoi componenti. 

E’ intervenuto all’incontro anche Vincenzo Ciraolo, segretario del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Messina, annunciando che come ordine si stanno predisponendo i documenti necessari per ottenere l’accreditamento del Ministero quale organismo di conciliazione. 

E’ seguito l’intervento di Francesco Marullo di Condojanni, presidente dell’Ordine degli Avvocati di Messina, che ha rilevato come la mediazione sia un istituto giuridico che consente all’ordinamento giuridico italiano di adeguarsi ai più moderni ordinamenti europei: “guardiamo con fiducia al tentativo di conciliazione previsto dal Decreto Legislativo” ha aggiunto  “con l’auspicio che ad una “cultura della giurisdizione, della lite” possa subentrare una “cultura della mediazione”. Marullo ha terminato il suo intervento congratulandosi con il presidente dell’Ordine degli Ingegneri per avere scelto quale partner la Corte Arbitrale Europea ed il Centro di Mediazione, enti costituiti  da più di cinquant’anni, che godono di grande considerazione tra gli addetti ai lavori, anche per la cultura maturata dai suoi membri    nell’ambito della mediazione-conciliazione e dell’arbitrato. 

Per ulteriori informazioni contattare www.cortearbitraleeuropea.org e cortearbitralesicilia@virgilio.it.