Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Marocchino di 26 anni tenta di violentare 57enne polacca

Prima l’ha colpita con calci e pugni, poi le ha spaccato in  testa un piatto di ceramica. Così una donna polacca di 57 anni ha pagato il no ad un marocchino di 26 anni che voleva avere rapporti sessuali con lei.

I due si erano incontrati ieri in una casa di conoscenti comuni nella zona di San Raineri, quando l’uomo ha iniziato a palpeggiarla. Immediatamente respinto, il marocchino ha reagito con violenza.

Solo l’intervento dei carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina, avvisati con una telefonata al 112, ha fermato l’uomo.

A causa delle lesioni riportate, la donna è stata trasportata in ospedale, dove si trova tutt’ora in prognosi riservata, anche se non è in pericolo di vita. Per il marocchino invece, subito identificato dai carabinieri, è scattato l’arresto per lesioni personali aggravate e violenza sessuale.

Al termine delle formalità di rito, su disposizione del magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Messina, l’uomo è stato condotto presso il Carcere di Messina Gazzi, dove resterà in attesa di giudizio.