L’Orsa denuncia le mancate promesse per la metroferrovia

Barresi GI7Q1275
Michele Barresi, delegato regionale Orsa Trasporti

“Il progetto di potenziamento del servizio, dopo un intenso percorso di incontri negli scorsi mesi tra amministrazione comunale e assessorato regionale sembra essersi arenato e temiamo possa naufragare a seguito dei sopraggiunti rimpasti politici nella giunta Crocetta”.

A lanciare l’allarme sul pericolo che le promesse fatte per la metroferrovia restino tali è il sindacato Orsa, che ricorda come “sia stata l’amministrazione comunale di Messina nei mesi scorsi ad accelerare un percorso di rilancio della stessa, scommettendo su quello che dovrebbe essere un servizio fondamentale per l’intera mobilità cittadina.  
L’ultimo tavolo di confronto tra amministrazioni comunale e regionale e le due aziende di trasporto interessate (ATM e Trenitalia) ci risulta si sia tenuto lo scorso febbraio – dichiara Riccardo Caristi, Responsabile ORSA Ferrovie Messina – a seguito del quale si era prospettato il ripristino di dieci corse e una tariffa integrata per rilanciare la metroferrovia e il sistema di interscambio a pettine con ATM, ma ad oggi nulla fa pensare che i progetti possano diventare realta’ entro Aprile come era stato prospettato dalle parti. 
Ad
oggi – dichiara Caristi – mentre non abbiamo notizie se  il confronto sul progetto di integrazione tariffaria  tra ATM e Ferrovie sia proseguito o meno, constatiamo che Trenitalia con sempre maggiore frequenza sopprime i pochi collegamenti di metroferrovia oggi esistenti, mentre l’Azienda Trasporti fatica a garantire con i pochi mezzi disponibili un servizio adeguato ai villaggi della zona sud della città, che risulta fortemente penalizzata.  
Se non sarà’ dato seguito all’impegno che la politica regionale ha preso nei confronti di Messina realizzando nei tempi previsti un efficiente servizio di metroferrovia – continua il sindacalista – dopo lo sciopero nazionale  di 24 ore che l’Orsa ha proclamato dalle 21 del prossimo 12 aprile fino alle 21 del 13 aprile (che fermerà  anche sullo Stretto tutto il comparto ferroviario e la navigazione RFI) ci vedremo costretti a intraprendere ulteriori azioni di protesta sul territorio”. 
A chiedere che il rilancio della metroferrovia continui a essere una priorità è Michele Barresi, delegato regionale Orsa Trasporti. “Temiamo che le diatribe politiche in seno al Regionale e il conseguente rimpasto di Giunta possano penalizzarne sia il percorso di rilancio che la stessa stipula del contratto di servizio tra Regione Sicilia e Trenitalia -spiega Barresi. Chiediamo all’amministrazione Accorinti di continuare nel percorso intrapreso in questi mesi, incalzando il presidente e pretendendo il rispetto degli impegni presi con la città per evitare l’ennesima mortificazione del territorio messinese”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *