Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

L’Ordine degli Architetti di Messina presenta “Archinotte 2013”

Anche quest’anno l’Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Messina organizzerà il 12 luglio la manifestazione “Archinotte 2013” giunta alla sua terza edizione. L’evento si svolgerà nella ex Fiera di Messina, finalmente restituita alla città e sarà presentato domani mattina con una conferenza stampa che si terrà alle 10 presso la sede dell’Ordine.

Questa edizione il presidente Pino Falzea, il suo vice presidente vicario Giovanni Lazzari e tutto il Consiglio hanno inteso dedicarla alla necessità di ristabilire il connubio che anima la cultura dell’Architetto tra Arte e Architettura quale, appunto, binomio inscindibile e mira, inoltre, a sensibilizzare la città affinché questo spazio riqualificato possa essere destinato a “Città della Cultura”.

Per l’ideazione, la realizzazione ed il coordinamento dell’evento il Consiglio dell’Ordine ha nominato direttore artistico l’architetto Antonello Longo di cui è nota la sua lunga e comprovata esperienza in vari ambiti culturali.

Questo particolare evento segna anche l’inizio dell’attività della appena istituita Fondazione degli Architetti del Mediterraneo – Messina alla quale ha aderito il mecenate Antonio Presti, Presidente della “Fondazione Fiumara d’Arte”, personalità indiscussa e importante del mondo della Cultura, riconosciuto internazionalmente.

Lo stesso Presti ha assicurato la sua partecipazione ad “Archinotte 2013” in cui darà il suo contributo sul tema Arte‐Architettura. Lo spirito che animerà la Fondazione sarà, appunto, quello di essere promotore e sensibilizzatore culturale nel vasto campo dell’Architettura e delle arti in genere.

L’evento durerà dalle ore 18,00 del 12 luglio fino all’alba del giorno successivo e prevede la partecipazione a titolo gratuito del mondo messinese dell’arte, della cultura e dello spettacolo, nelle varie espressioni, che con entusiasmo hanno raccolto il nostro appello per una grande festa della città per il riappropriato spazio strategico urbano.

L’evento si articola in ambiti tematici il cui filo conduttore è il legame che inscindibilmente esiste tra Architettura e Arte e che pone l’Architetto nella società ad essere il primo operatore culturale.