Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Lei aggredisce un agente, lui scarica abusivamente rifiuti: storie di ordinaria inciviltà nella Messina della differenziata

MESSINA. L’agente la multa e lei lo aggredisce. L’incresciosa disavventura è toccata ieri a un vigile urbano che aveva fermato e multato la signora sorpresa ad abbandonare la spazzatura in mezzo alla strada. Qualche ora dopo un uomo alla guida di un camion, poi sequestrato, era stato fermato dalla Polizia municipale mentre scaricava abusivamente materiale inerte sul torrente San Filippo. Storie di ordinaria inciviltà commentate dal presidente di MessinaServizi Bene Comune Giuseppe Lombardo. “Siamo vicini a tutti i vigili urbani in servizio nella squadra Ambiente e rifiuti che svolgono con abnegazione ogni giorno un’attività di contrasto alle condotte illecite in tema di rifiuti e sono purtroppo e spesso vittime di aggressioni. Se Messina è più pulita lo dobbiamo anche a questi agenti che con continui controlli segnalano gli illeciti e le discariche abusive, salvaguardando strade, spiagge e torrenti. Noi stiamo facendo tutti gli sforzi possibili con la nostra attività di spazzamento, disinfezione, scerbatura e incrementando la differenziata per rendere la città più pulita ed ecosostenibile. Dispiace molto appurare che ancora oggi molti cittadini, nonostante i controlli e le multe salatissime, non abbiano ancora acquisito quel senso civico che dovrebbe essere improntato sul rispetto dell’ambiente e delle cose comuni. Facciamo un ulteriore appello ai messinesi affinché denuncino chi inquina, non rispetta le regole di conferimento dei rifiuti e compie azioni incivili e poco dignitose”.