#LegaPro. Messina brutto e fischiato: la Paganese vince 2-0

Il Messina perde malamente contro la Paganese per 2-0. Le reti di Deli e Longo piegano un Messina brutto, incapace di impensierire l’avversario. Dopo il secondo gol contestazione di parte della tifoseria contro e società, Stracuzzi in primis. Sasà Marra ripropone l’ormai collaudato 4-3-1-2. In porta il confermatissimi Berardi, torna a sinistra dopo la squalifica, Maccarrone, Bruno e Mileto completano il reparto difensivo. A centrocampo torna Musacci, con Foresta e Ricozzi a fargli compagnia. Mancini agisce dietro le punte Milinkovic e Pozzebon. Nella Paganese tanti ex, a cominciare dal tecnico Grassadonia, passando per Marruocco, Silvestri, Pestrin e Maiorano. In attacco l’esperta punta Reginaldo, ex Fiorentina e Siena.

Il primo tiro del match è del Messina: Mancini scarica fuori area per Musacci, il suo destro è parato con sicurezza da Marruocco. Siamo al 6′. Primi venti minuti di assoluta noia al San Filippo, le due squadre si studiano e non riescono a rendersi pericolose. Deli prova a impensierire Berardi, ma la palla termina lentamente fuori alla sinistra di Berardi, tutto questo dopo un erroraccio in fase di impostazione di Musacci.

Al 27′ la Paganese va in vantaggio. Reginaldo e Deli scambiano all’interno dell’area di rigore, il 10 campano calcia debolmente col sinistro spiazzando Berardi. 1-0 per gli ospiti. Difesa da rivedere, Messina spento finora.

foto Elena Anna Andronico
srcset="https://i0.wp.com/www.sicilians.it/wp-content/uploads/2016/10/IMG-20161002-WA0000.jpg?resize=1024%2C768&ssl=1 1024w, https://i0.wp.com/www.sicilians.it/wp-content/uploads/2016/10/IMG-20161002-WA0000.jpg?resize=300%2C225&ssl=1 300w, https://i0.wp.com/www.sicilians.it/wp-content/uploads/2016/10/IMG-20161002-WA0000.jpg?w=1600&ssl=1 1600w" sizes="(max-width: 800px) 100vw, 800px" />
foto Elena Anna Andronico

La reazione del Messina non arriva, e si mostra solo in un calcio di punizione di Musacci al 45′, ma il suo destro è alto sopra la traversa. Termina così un primo tempo bruttissimo ed è 1-0 per la Paganese.

Cambio all’intervallo per il Messina: fuori Ricozzi, dentro Madonia. Tridente per i peloritani. All’8′ Paganese vicina al raddoppio sempre con Deli, che tutto solo davanti a Berardi calcia fuori da ottima posizione dopo il cross di Cicerelli. Difesa ancora da rivedere. Al quarto d’ora fuori Mileto nel Messina, dentro Ionut. Guizzo di Milinkovic sulla destra alla ripresa del gioco, ma in avanti nessuno segue l’azione del numero 10. Al 19′ terzo e ultimo cambio per il Messina: fuori Mancini, dentro Ferri.

Ci prova al 21′ Madonia, che su assist di Ferri tira troppo debolmente tra le braccia di Marruocco. Il Messina non preme più di tanto, Ionut ci prova al 29′ con un destro al volo in area di rigore, palla a lato alla sinistra di Marruocco. I peloritani non sono in grado di impensierire la Paganese, sbagliando anche passaggi elementari, e così gli ospiti raddoppiano con Longo, che in contropiede batte Berardi sul primo palo, siamo all’82′. Parte la contestazione della curva verso e presidente. Termina così una partita tremenda per il Messina, giocata malissimo. La Paganese ha meritato la vittoria. I peloritani arrivano malissimo al derby con il Catania di domenica prossima.

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.