Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#LegaPro. Le pagelle di Reggina-Messina: Foresta unica luce nel buio peloritano

Foto Elena Anna Andronico
Foto Elena Anna Andronico

Russo, 6 – Incolpevole sui gol subiti, aumenta la qualità della sua prestazione rispetto a sette giorni fa. In occasione del rigore di Oggiano riesce a toccare il pallone, ma non può evitare la rete amaranto.

Mileto, 5 – Sulla sinistra la Reggina fa quel che vuole, e da quelle parti arriva la rete del vantaggio. In fase di impostazione non tocca quasi mai palla. C’è da lavorare.

Rea, S.V. – Esordio peggiore non poteva aspettarselo: infortunio dopo due minuti e derby finito. Lo attendiamo presto in campo.

Maccarrone, 4.5 – Entra al posto di Rea ma non sembra a suo agio. Sbaglia alcuni interventi, distratto sul gol di Porcino, ancora lento e macchinoso.

De Vito, 5.5 – Meglio del suo compagno di reparto, ma sarebbe bello rivederlo a sinistra nel suo ruolo naturale.

Marseglia, 4 – Disastroso sia in fase di impostazione che di contenimento. Ciliegina sulla torta il fallo ingenuo in occasione del rigore.

Foresta, 6

L’unica nota positiva di un derby nero per il Messina: corre, recupera palloni, è da tutte le parti. Tenta da solo di risolvere i problemi di un centrocampo in difficoltà.

Musacci, 4.5 – Spento, privo di idee, non ne azzecca una. Da uno con la sua esperienza ci aspettiamo che prenda in mano la squadra nei momenti di difficoltà.

Capua, 4.5 – Assente per gran parte del match, non incide minimamente sul gioco peloritano.

Milinkovic, 5 – Prestazione sufficiente: recupera palloni fino in difesa e tenta di creare, ma l’espulsione per una testata nei confronti di un avversario cancella quasi del tutto quanto di buono fatto fino a quel momento.

Pozzebon, 5 – Si mangia un gol clamoroso nella ripresa che avrebbe potuto cambiare le sorti del derby. Non incide come dovrebbe, forse la troppa sicurezza mostrata in settimana ha solo peggiorato la situazione.

Madonia, 4.5 – Completamente fuori forma, sbaglia un gol clamoroso nella prima frazione di gioco, controllando il pallone con una lentezza disarmante e facendo rientrare in tempo l’avversario. Da rivedere.

Ferri, S.V.

IL MIGLIORE DELLA REGGINA

Porcino, 7 – Domina in mezzo al campo e corre come un forsennato. Suo il gol che taglia le gambe al Messina.

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.