Le pagelle di Messina-Benevento. Super Bjelanovic, male Iuliano

Messina-Benevento 12-12-2014 goalOttimo del Messina contro il Benevento, dopo una settimana controversa per via della vicenda stadio. Bjelanovic sembra aver ingranato la marcia giusta, segnando il suo secondo gol consecutivo. Bene anche Bucolo e Cane, da rivedere Iuliano, colpevole del vantaggio sannita.

MESSINA

Iuliano, 5.5 – Va a farfalle sia in occasione del gol, sia in altre due occasioni precedenti. Si ritrova un po’ successivamente, ma è sicuramente la sua peggior partita dell’anno. Può capitare.

Silvestri, 6 – Comincia la partita da terzino destro nella difesa a cinque, ma non è prettamente il suo ruolo. Nella ripresa torna centrale e la differenza è notevole. Partita dai due volti.

Altobello, 6 – Normale amministrazione per il numero 3 peloritano. Rischia poco o nulla, certamente meno messo alla prova di Stefani.

Bucolo, 6.5 – Lotta su ogni pallone, corre come forsennato ed è il leader del centrocampo peloritano. La fascia da capitano fa anche questo effetto. Gattuso.

De Bode, 5 – Gioca i primi 45 minuti e sbaglia tutto o quasi, non è stata certamente la sua serata migliore.

Stefani, 6 – Decisivo nel finale di partita, quando riesce a sventare due azioni pericolose degli avversari. Fino a lì poco operoso, si è guadagnato la pagnotta facendo senza intoppi il suo dovere. Sempre presente.

Orlando, 6 – Finora pochissimi gol per il “Bomber dello Stretto”, ma giocare laterale non lo aiuta per niente. Solita

partita di sacrificio e tanta corsa, da apprezzare il suo contributo in fase difensiva.

Damonte, 6 – Ormai è costantemente sufficiente. Lo abbiamo aspettato un po’, ma ne è valsa la pena.

Bjelanovic, 7 – Rete da fuoriclasse assoluto. E’ la sua seconda consecutiva, ed anche lui sembra aver trovato più costanza sotto l’aspetto fisico, ma anche mentale. Bomber.

Izzillo, 6 – Anche in questa occasione tocca pochi palloni, ma uno su tutti è decisivo, ossia l’assist per Bjelanovic. Ci piacerebbe vederlo più coinvolto nelle azioni manovrate.

Donnarumma, 5.5 – Alterna buone prestazioni a partite insufficienti. In un modulo che prevede due esterni prestati principalmente alla corsa, sembra proprio non trovarsi. Incostante.

I SUBENTRATI

Cane, 6.5 – Entra all’intervallo al posto di De Bode e fa una partita eccezionale. Tantissima corsa sulla fascia e cross pericolosi al centro. Da dove è uscito?

Bonanno, 6 – Sfiora il gol del vantaggio nel finale di gara dopo una corsa forsennata di Cane, ma la palla sfiora di pochissimo il palo. Ha rischiato di far cadere il San Filippo.

Bortoli, S.V. – Entra al posto di Bucolo, ma gioca pochissimi minuti.

I PIU’ SIGNIFICATIVI DEL BENEVENTO

Marotta, 5.5 – Era l’uomo più atteso, ma per nulla pericoloso. Qualche timida sortita offensiva, ma ci aspettavamo molto di più da lui.

Agyei, 6.5 – Giocatore dotato di grande tecnica. In mezzo al campo ha una sicurezza degna di un mediano di altre categorie.

Pane, 5.5 – Primo tempo di sicurezza per il portiere sannita, ma sul gol di Bjelanovic non è esente da colpe. Pareggia le avventure di Iuliano nella prima frazione di gioco.

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.