Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Le dichiarazioni del 5 Stelle Currò scatenano i grillini. Molti attacchi, ma anche tanta solidarietà

Grillo subito dopo la traversata dello Stretto

Un vero e provo dibattito a colpi di commenti postati su facebook quello che è stato scatenato oggi dal portavoce del Movimento 5 Stelle Tommaso Currò.

Dopo l’intervista rilasciata a La Stampa, nella quale il portavoce catanese sperava in un’apertura verso il Partito Democratico, la pagina facebook di Tommaso Currò è stata invasa da commenti.

Molti attacchi, ma anche tante attestazioni di stima per chi finalmente nel Movimento riesce ad esprimere la propria opinione.

Nel corso dell’intervista, su Beppe Grillo aveva detto: “È surreale che 163 persone si muovano per andare incontro a una sola. Venga lui da noi. Qui. In Parlamento. Saremo felici di confrontarci”. E alla domanda ‘Un errore non accordarsi con il Pd?’ Currò ha risposto “La parola accordo non mi piace. Ma io sono convinto che un confronto fosse – e sia – necessario”.

Al momento ci sono ben 765 commenti al link dell’intervista pubblicato sul profilo facebook di Currò. Da chi pensa alla congiura affermando che forse nel Movimento ci sono molti deputati eletti per conto di altri partiti per annientare dall’interno il Movimento, a chi si dice triste perché ‘il sogno sta per finire’, passando per coloro che invece si rivedono in queste parole.

Abbiamo raccolto per voi alcuni dei commenti che si leggono.  Molte le critiche. “Schifato…perché non è parlando con il ladro che cambi il mondo… cambiare le regole con il ladro significa essere complice di ogni singolo atto di quest’ultimo…”, “Bene, ora che hai detto la tua, restituisci il mio voto e dimettiti”, “Il cittadino Currò forse si dimentica che è in Parlamento perchéportavoce di un movimento……altrimenti non sarebbe lì”, “La tua pagina è stata invasa dagli elettori del partito che hai tanto criticato. Complimenti, ti sei fatto tanti nuovi amici oggi”.

E ancora: “Sei una vergogna per noi tutti… DIMETTITI! Tu NON sei in Parlamento per meriti tuoi ma di tutti gli attivisti del Movimento. Tu non conti più di loro ed è a loro che devi rispetto. Quindi, se la tua intervista è vera, VATTENE SUBITO evitaci almeno il gesto di espellerti. Poi sapremo quale è stato il tuo prezzo!”.

Ancora più duri i toni sul blog di Grillo dove c’è chi arriva a dire “Currò è un venduto. E’ peggio di Favia. E’ peggio di Scilipoti. E’ peggio di Razzi. E’ peggio di Giuda. Un miserabile che disonora tutta la Sicilia”.

A bilanciare però ci sono anche le tante attestazioni di stima. “Complimenti per il coraggio che hai dimostrato. Ho votato per il M5S alle Regionali Siciliane e alle Politiche . Non dobbiamo farci scappare un ‘occasione storica per cambiare il Paese”, “Bravo Tommaso, stavo seriamente pensando di aver votato un branco di talebani!”, “Assolutamente d’accordo con il suo intervento, complimenti per il coraggio di smarcarsi da alcune idee, denota cervello e rispetto per gli elettori e per con coloro che non hanno votato che meritano comunque rispetto e rappresentanza” e poi “Tommaso, siamo con te. È finito il tempo di urlare dal palco, adesso bisogna fare ció che è meglio per il paese. Vai grande Tommaso”.

Valentina Guerrera

Siciliana trapiantata a Roma da un po’ di anni. Si occupa di comunicazione, in particolare ufficio stampa e digital pr, in ambito istituzionale e politico. La passione per la sua terra e per il buon cibo l'ha portata a creare, in società, "Agromobile - La mappa del gusto", un portale per scoprire la Sicilia attraverso le sue eccellenze agroalimentari ed enogastronomiche. Divoratrice di libri, instancabile praticante di yoga e viaggiatrice quanto più possibile. Per Sicilians segue da Roma i politici locali.