Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Le casse della Provincia sono a secco e gli autisti restano al palo

Mancano le risorse per utilizzare gli autisti della Provincia e le auto sono assegnate direttamente al personale che deve spostarsi.

A segnalare il problema il responsabile aziendale della FP Cgil di Messina Francesco Fucile in una nota inviata al Commissario Straordinario Filippo Romano, al Segretario Generale Maria Angela Caponetti, al Dirigente della Protezione Civile Giuseppe Celi e al Direttore dell’Autoparco Antonino Triolo.

“Le problematiche evidenziate -scrive Fucile- sembrerebbero la conseguenza di una forte carenza di risorse economiche a disposizione dell’Autoparco Provinciale, ma a parere della scrivente organizzazione si sono innescati dei meccanismi che rischiano di sottoutilizzare il

personale autista in servizio.

Ci risulta che le autovetture sono assegnate con diverse motivazioni direttamente ai dipendenti, non autisti, dell’Amministrazione, senza a nostro avviso tenere conto se tali assegnazioni rispettino le prescrizioni delle assicurazioni INAIL diverse per ciascun profilo professionale in servizio presso l’Ente. Tenuto conto che ogni diversa utilizzazione del personale in servizio deve essere preventivamente motivata, appare alquanto strano che possano risultare in uscita numerose autovetture dell’Ente e contemporaneamente non utilizzati numerosi autisti”.

La FP Cgil punta il dito anche contro Triolo, cui si rimprovera di non avere informato i sindacati rispetto all’adozione del nuovo Regolamento, e chiede la convocazione della FP Cgil per “individuare il miglior percorso per una efficiente utilizzazione di tutto il personale in servizio presso l’Autoparco Provinciale”.