Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Le 10 regole per un trucco ben riuscito

Ieri ho approfittato di uno spazietto tra un’esame e l’altro per fare un giro in centro . Volevo comprare un rossetto rosso e così sono passata in una profumeria perta di recente. Bene. O meglio, male. Perché entrando e vedendo il maquillage delle commesse, ho realizzato di non aver mai scritto nulla sulle linee guida sul trucco.

Tra parentesi, mi chiedo come abbiano fatto ad assumere in un negozio di cosmetica ragazze truccate come It il pagliaccio, che lavorando in un negozio pieno di pennelli (tra l’altro) non sfumano l’ombretto… Beh, fatto sta che nel bene o nel male questo loro errore è servito a darmi l’idea per l’articolo di questa settimana. Quindi iniziamo subito con le prime 4 delle 10 regole indispensabili per ottenere un trucco ben riuscito.

1-L’illuminazione Fondamentale per la riuscita di un buon trucco è la luce che utilizzate. Se vi guardate allo specchio illuminate da luci gialle o bianche l’effetto cambierà totalmente. Stessa cosa accadrà se la luce vi colpisce da dietro, da un solo lato o di faccia, perché in questi casi il viso vi sembrerà sempre o troppo scuro o più truccato da una parte che dall’altra. Per non sbagliare è necessario utilizzare lampade alogene bianche e disposte sui tre lati dello specchio.

2-Il correttore Il correttore deve essere ambrato o aranciato per le occhiaie o comunque un tono sotto al colore del vostro fondotinta. Per correggere brufoli e couperose deve essere utilizzato invece un correttore verde. Per coprire al meglio i brufoletti infami che ogni tanto spuntano per farci delle “graditissime” sorprese, vi consiglio di utilizzare dei correttori che siano il meno cremosi possibile, per evitare che il prodotto al posto di fissarsi sul brufolo

si vada a spargere tutto attorno. Effetto che andrà solo ad evidenziare il nuovo arrivato sul vostro viso.

3-Fondotinta Il fondotinta si mette sul viso con una spugnetta in poliuretano o in lattice schiumato leggermente inumidito e va steso dall’interno verso l’esterno del viso partendo da quattro punti: mento, naso, guance e fronte. In questo caso è necessario capire qual è il vostro sottotono (se giallo o rosato) per scegliere la tonalità più adatta alla vostra carnagione. Inoltre non dimenticate di mettere il fondotinta anche sul collo per evitare l’effetto mascherone in viso.

4-Cipria La cipria può essere di due tipi: compatta o in polvere. Io consiglio di usare cipria in polvere e sempre bianca, trasparente: il compito della cipria è quello di rendere uniforme e opacizzare l’incarnato togliendo l’effetto lucido che può dare il fondotinta, non quello di colorare la pelle. La cipria va stesa con un piumino di velluto dopo averla stemperata sul palmo della mano e picchiettata sul viso. L’eccesso di cipria deve essere tolto con un pennello grosso per evitare che vi lasci il viso polveroso. Mi raccomando inoltre di idratare sempre bene la pelle prima del fondotinta, altrimenti a base finita la pelle vi sembrerà secca e screpolata.

Bene mie care detto questo la vostra base viso sarà pronta quindi adesso vi saluto e vi rinnovo l’appuntamento alla prossima settimana per scoprire insieme come truccare occhi e llabbra e per dare quei tocchi di luce che vi renderanno radiose.