Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

L’assessore alle Infrastrutture Nino Bartolotta a confronto con l’Ordine degli Ingegneri di Messina

Santi Trovato, presidente Ordine degli Ingegneri di Messina

Rapporti con la committenza privata e con la pubblica amministrazione, modifiche della Legge sul Piano casa e della Legge sui Lavori Pubblici, proposta di introduzione per gli edifici pubblici e privati del Certiificato di Sicurezza Sismica (CESIS).

Queste le problematiche presentate dall’Ordine degli Ingegneri di Messina all’assessore regionale alle Infrastrutture Nino Bartolotta.  All’incontro erano presenti anche il Presidente della Consulta Regionale e i Presidenti degli Ordini di Palermo, Enna e Trapani.

“Le libere professioni oggi rischiano di rimanere completamente fuori dal mercato del lavoro -afferma con preoccupazione Santi Trovato- e su questo punto abbiamo chiesto un impegno concreto all’assessore Bartolotta.

In particolare, per la Legge sul Piano Casa, abbiamo consegnato le modifiche già proposte alla deputazione regionale e riguardo alla Legislazione sui lavori pubblici abbiamo evidenziato l’urgenza di definire bandi per i servizi di ingegneria comuni per tutti gli enti appaltanti”.

L’Ordine degli Ingegneri di Messina ha inoltre chiesto all’assessore Bartolotta di rivedere le competenze dei funzionari pubblici, mantenendo per questi ultimi esclusivamente i compiti di vigilanza e di approvazione dei progetti.