Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

La Sigma Barcellona batte di misura Verona

Barcellona sconta la prima giornata di squalifica del PalAlberti e lo fa andando a vincere una cruciale sfida contro la Tezenis Verona sul neutro di Cefalù.

Calorosa la presenza dei sostenitori giallorossi venuti in gran numero, con i pullman organizzati dalla società o con mezzi propri, per sostenere i ragazzi del presidente Bonina nel primo dei due incontri che vedranno il palazzetto Marzio Tricoli di Cefalù tingersi dei colori del Longano.

Sul parquet si incontrano due squadre con metodi di gioco diametralmente opposti. Da un lato Barcellona si presenta con il più forte attacco del campionato, dall’altro Verona con la miglior difesa.

Il primo quarto dal ritmo altalenante mostra grande equilibrio in campo, Sanders ritornato a regime dopo l’infortunio macina punti dalla lunga e si dimostra infallibile dalla lunetta. Verona cerca di non scomporsi fa girare palla libera il tiro e chiude il quarto sopra di due 23 a 25.

Si rientra in campo con Callahan che sale in cattedra e tiene la Sigma stretta al match, intensi i recuperi al rimbalzo, i punteggi si susseguono altalenando ma nessuna delle due squadre va oltre il più 4 di vantaggio, si va alla pausa lunga con la Sigma sopra di uno, 41 a 40.

La seconda metà gara si apre

sempre nel segno del forte equilibrio ed entrambe le contendenti spingono forte cercando l’allungo che non arriva, ci prova Thomas per i giallo rossi e Lawal per la Tezenis. La difesa di Verona è ostica, stringe le maglie ed obbliga i ragazzi di Perdichizzi a perdere moltissimi palloni in attacco, gli ospiti vanno all’ultimo quarto con un esiguo vantaggio 57 a 59.

Si va all’ultimo e decisivo quarto, il palazzetto è una bolgia ed ai cori dei supporters giallorossi in trasferta si uniscono il nutrito gruppo dei tifosi locali accorsi per vedere il match. La Sigma soffre le giocate imprevedibili di Verona e si ritrova praticamente sempre ad inseguire la parità, si susseguono spettacolari giocate da entrambi i lati e a 27 secondi dalla sirena le due squadre sono in perfetta parità 72 a 72.

Inizia la lotteria dei liberi e all’1 su 2 di McConnell risponde Green con un 2 su 2, Barcellona sopra di uno a 6 secondi dalla fine, attacco di Verona intercettato palla a Thomas, esplode il palazzetto che copre anche il suono della sirena, Sigma batte Verona 74 a 73.

Sigma Barcellona: Cittadini 6, Sofia ne, Thomas 10, Green 12, Bucci, Callahan 16, Mocavero 7, Eliantonio, Giuri 5, Coviello ne, Sanders 18. All. Perdichizzi.

Tezenis Verona: Del Cruz ne, Cordioli ne, Westbrook 14, Lawal 13, De Nicolao, Boscagin 10, Bozzetto, Chessa 12, Da Ros 14, McConnell 10. All. Ramagli.

Parziali: 23-25; 41-40; 57-59; 74-73