Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

La siciliana Irritec partner al Parco della Biodiversità di Expo 2015

Parco Biodiversità Expo 2015 IrritecAnche la siciliana Irritec tra i partner ufficiali di Bologna Fiere per la realizzazione del Parco della Biodiversità di Expo 2015 a Milano.

Un parco di 8.500 metri quadrati presentato ufficialmente all’interno dell’evento Le idee di Expo a Milano lo scorso sabato 7 febbraio, alla presenza dell’amministratore delegato e commissario unico di Expo 2015 Giuseppe Sala, del ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e del presidente di Bologna Fiere Duccio Campagnoli.

Il progetto si sviluppa su due ambienti. Uno esterno dove il visitatore potrà passeggiare tra i paesaggi della biodiversità italiana e l’altro chiuso, nel quale potrà conoscere la storia della biodiversità, anche grazie alle tecnologie, oltre che assistere a una serie di incontri.

La Irritec, azienda di Capo d’Orlando, in provincia di Messina, si occuperà della progettazione, installazione e manutenzione di tutto l’impianto di irrigazione del Parco della Biodiversità, ponendo in evidenza il ruolo fondamentale dell’irrigazione a goccia, basilare per il futuro del nostro pianeta perché garantisce una maggiore produttività delle coltivazioni, una crescita ottimizzata delle colture, con uno sguardo sempre attento alla tutela delle risorse idriche.

Nell’area esterna del Biodiversity Park è stata realizzata una presentazione reale delle cinque aree climatico-paesaggistiche italiane, con un campionamento dei paesaggi agrari che hanno trasformato il paesaggio italiano: Alpi, Appennini, Pianura Padana, tavolieri e altopiani e isole.

Piantina Expo 2015Il Biodiversity Park di Expo Milano 2015 è realizzato in partnership con Bologna Fiere con la collaborazione di FederBio, i ministeri delle Politiche agricole e dell’Ambiente e Irritec, che avranno una presenza fisica al suo interno.

Grazie al parco della Biodiversità Expo 2015 “fa apparire l’anima del mio ministero -ha sottolineato il ministro Galletti- perché abbiamo l’occasione di mostrare ai visitatori la ricchezza del nostro ambiente sano, che rappresenta la stragrande maggioranza del Paese”.

Durante il semestre si presenterà il bollino verde grazie al quale le aziende potranno certificare il proprio basso impatto ambientale.

L’obiettivo di questo progetto “è quello di valorizzare le eccellenze italiane dell’agricoltura, dell’impresa e dell’associazionismo legato al rispetto della natura”, ha spiegato il presidente di Bologna Fiere Campagnoli.

Parlare delle biodiversità “è stata una scelta precisa -ha commentato il commissario di Expo 2015 Sala. Abbiamo fatto delle ricerche su quello che la gente avrebbe voluto vedere all’esposizione e questo era un tema verso il quale c’è interesse e voglia di approfondire”.