La Sachertorte

sachertorte“-Il Montblanc si regge su un equilibrio delicato, non è come la Sachertorte.
-Cosa?
-La Sachertorte.
-Che cos’è?
-Cioè, lei praticamente non ha mai assaggiato la Sachertorte?
-No.
-Va be’… Continuiamo così, facciamoci del male”. “Bianca” film diretto da Nanni Moretti, Roma, CVC, 1983

Per la torta
150 gr di cioccolato fondente amaro
150 gr di burro a temperatura ambiente
150 gr di zucchero semolato
150 gr di farina 00
5 uova medie
2 cucchiai di marmellata di albicocche
1 cucchiaio di acqua

Per la glassa
70 gr di zucchero al velo
100 gr di cioccolato fondente amaro
1 bicchiere di acqua

Tagliare a pezzetti il cioccolato e farlo sciogliere a bagnomaria. Lavorare intanto la metà dello zucchero con il burro ammorbidito per ottenere un composto uniforme. Aggiungere il cioccolato fuso lentamente continuando a mescolare, poi unire i tuorli delle uova. Montare gli albumi con lo zucchero rimanente a neve ferma ed incorporare la farina con una frusta. Unire i due composti e continuare a mescolare molto delicatamente con la frusta.

Ungere con del burro

ed infarinare uno stampo a cerniera di circa 22 cm di diametro. Versare il tutto nello stampo e infornare a 180° per un’ora. Quando la torta è cotta lasciarla raffreddare su una gratella per 20 minuti. Poi procedere a tagliarla in due dischi. Ci si può aiutare con un filo di cotone piuttosto che con un coltello.

Preparare la farcitura scaldando la marmellata con 1 cucchiaio d’acqua per ottenere un composto sciroppato da passare al setaccio per renderlo più omogenea. Spalmare lo sciroppo sul disco inferiore e riunire la torta.

Per la glassa
Fare sciogliere in un pentolino a fuoco basso lo zucchero a velo con 1 bicchiere di acqua e mescolare fino a fare sobbollire. Lasciare altri 5 minuti sul fuoco e poi lasciare intiepidire il composto. Aggiungere il cioccolato grattugiato e mescolare fino ad ottenere un composto liscio. Riscaldare a fuoco basso per farlo rapprendere. Con l’aiuto di una larga spatola stendere il composto sulla torta. Mettere in un luogo fresco per almeno mezz’ora a riposare.

NB Preparare una perfetta Sacher non è impresa facile: non vi scoraggiate se i vostri primi tentativi non saranno eccellenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.