Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

La memoria del cuore

La memoria del cuore

Paese: U.S.A.

Genere: drammatico

Durata: 104 minuti

Regia: Michael Sucsy

Storia tenera e sentimentale con la dolce Rachel McAdams e i veterani Sam Neill e Jessica Lange.

Paige e Leo sono due artisti e formano una coppia perfetta, si amano e il fuoco del loro sentimento sembra intenso e inestinguibile. Purtroppo, durante un incidente d’auto in una fredda notte d’inverno i due rischiano di morire. Leo ne esce miracolosamente incolume, ma Paige, a causa di un trauma cranico, perde completamente la memoria di suo marito e della loro vita insieme. Mentalmente è regredita di circa cinque anni, quando non era ancora un’artista, studiava legge ed era fidanzata con Jeremy, un suo vecchio fidanzato che non l’ha mai dimenticata. Leo si ritrova nella drammatica e inverosimile situazione che lo vede costretto a far sì che Paige, convinta di voler proseguire gli studi e che non pensa neppure lontanamente a mettersi con un artista dal futuro imprevedibile, si innamori di nuovo

di lui…

La chiave che spiega il successo di un film dai risvolti tanto prevedibili come una pellicola rosa, sta in primis nella verosimiglianza con cui è stata scritta e interpretata la storia, con particolare riferimento alla performance di Ciccio Pasticcio nel ruolo di Leo, con cui è impossibile non identificarsi. La gamma di sentimenti che si proverebbe in una situazione del genere è stata ben analizzata e resa sullo schermo, tanto che ci si sente portati a fare il tifo per lui ancora prima di rendersene conto. In secondo luogo, è anche da prendere in considerazione lo sviluppo di un’idea brillante: dare la possibilità di far vivere, o meglio rivivere ad una coppia, il percorso e la storia che li ha portati all’innamoramento, rivivendo così fino in fondo la forza delle emozioni vissute con in aggiunta la consapevolezza del senno di poi. Se a ciò si aggiunge che nonostante i toni fortemente romantici non si scada mai nell’eccesso e nell’esasperazione del sentimento, il conseguimento di un tale successo è quasi inevitabile. Consigliato agli innamorati dell’amore.

Paolo Failla

Sano di mente nonostante un'infanzia con classici Disney e cartoni animati giapponesi, il battesimo del fuoco arriva con i film di Bud Spencer e Terence Hill, le cui opere sono tutt'ora alla base della sua visione sull'ordine del cosmo. Durante l'adolescenza conosce le opere di Coppola, i due Scott, Scorsese, Cameron, Zemeckis, De Palma, Fellini, Monicelli, Avati, Steno e altri ancora. Su tutti Lucas e Spielberg . Si vocifera che sia in grado di parlare di qualsiasi argomento esprimendosi solo con citazioni varie. Ha conosciuto le vie della Forza con una maratona di Star Wars di oltre 13 ore.