Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

La Fabbrica delle Idee: 5 minuti per raccontare la propria voglia di futuro

Fabbrica delle ideeOgni terzo mercoledì del mese a Messina un gruppo di giovani si riunisce per parlare delle proprie idee, proporre e mettere alla prova di una platea progetti in fase di avvio. Sono studenti, professionisti, startupper o aspiranti startupper che prendono parte alla Fabbrica delle Idee.

E’ una delle iniziative di Startup Messina (http://www.startupmessina.org), associazione impegnata su vari fronti con lo scopo di promuovere la cultura d’impresa, l’innovazione e lo sviluppo economico-­culturale del territorio messinese.

Dopo un 2013 di rodaggio, a partire dal 2014 questo appuntamento è diventato mensile. Sono incontri che di solito durano un’ora e mezza, che vedono la partecipazione media di una quarantina di persone con l’intento di ascoltare nuove idee di impresa e creare uno spazio vivo di condivisione e scambio di competenze.

Il format adottato è quello del Bar Camp, tipologia di incontro diffusa in tutta Italia e ideale per lo scambio orizzontale, alla pari: chi partecipa ha a disposizione 5 minuti per poter esporre la propria idea di business. A questi ne seguono altrettanti in cui i presenti possono fare domande o avanzare critiche costruttive.

Ad oggi sono stati presentati una trentina di progetti. Chi presenta lo fa perché ha bisogno di pareri, feedback, critiche sulla propria idea d’impresa, ma anche perché è alla ricerca di partner e collaboratori o, semplicemente, intende testare la propria idea su un pubblico eterogeneo.

Persone aperte al confronto, curiose e sicure del valore della propria idea, che vogliono invadere questa città con l’innovazione.

Oltre all’opportunità di presentare un’idea di business, la Fabbrica è anche un’occasione di aggiornamento su gli appuntamenti e le opportunità per imprenditori (bandi, agevolazioni, incubatori, etc.), nonché un’opportunità per entrare in contatto con professionalità necessarie per l’avvio della propria impresa.

Questo è il legame forte con l’Associazione: la Fabbrica delle Idee è un appuntamento ma Startup Messina è una rete, un network di competenze e risorse che si può rivelare terreno fertile per nuove imprese.

Attualmente la Fabbrica delle Idee si riunisce all’istituto John Milton, che mette a disposizione i locali della scuola. Le idee presentate riguardano principalmente il settore green e l’ambito della comunicazione.

“Abbiamo risposto a un bisogno, sono molti coloro che ci fanno presente che a Messina mancava una realtà del genere -ci spiega Fabio Bruno, anima dell’Associazione StartupMessina insieme a Giuseppe Arrigo, Marcello Perone, Valeria Schifilliti, Francesca Acacia, Alfonso Trignano, Alessio Salzano e Diego Busacca. A fare la differenza è prima di tutto la volontà di aggregare le persone”.

Ed è proprio questo l’obiettivo dell’Associazione. I ragazzi di Startup Messina hanno messo a disposizione le proprie competenze in quella che si potrebbe definire una start up sociale, con la volontà di seminare idee nel maggior numero di persone possibile.

Tra i progetti futuri, la prima Startup Weekend Messina, per la quale l’Associazione ha ottenuto il permesso di usare il marchio, che si terrà dal 13 al 15 novembre prossimi.

Anche in quell’occasione “l’obiettivo sarà fare sistema con le realtà del territorio, quindi chi vuole può farsi avanti -suggerisce Fabio Bruno, che chiude con una battuta. E’ l’unica ora e mezza in cui a Messina si parla di lavoro e non ci si lamenta!“. Per essere aggiornati sulla Fabbrica delle Idee https://www.facebook.com/startupmessina?fref=ts

Valentina Guerrera

Siciliana trapiantata a Roma da un po’ di anni. Si occupa di comunicazione, in particolare ufficio stampa e digital pr, in ambito istituzionale e politico. La passione per la sua terra e per il buon cibo l'ha portata a creare, in società, "Agromobile - La mappa del gusto", un portale per scoprire la Sicilia attraverso le sue eccellenze agroalimentari ed enogastronomiche. Divoratrice di libri, instancabile praticante di yoga e viaggiatrice quanto più possibile. Per Sicilians segue da Roma i politici locali.