Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

La Camaro-Bordonaro a rischio crollo, nota di Cacciotto e Scuderi

Arrivano le prime piogge e con queste i primi allagamenti che rendono impraticabili le strade cittadine. In una nota urgente inviata al sindaco Renato Accorinti e agli assessori all’Urbanistica Sergio De Cola e alla Protezione Civile Filippo Cucinotta, i consiglieri del III Quartiere Alessandro Cacciotto (UDC) e Antonino Scuderi (DR) chiedono interventi immediati di messa in sicurezza della Camaro-Bordonaro e la realizzazione di canali di scolo per evitare un nuovo crollo.

“La strada di collegamento tra Camaro e Bordonaro -spiegano i due esponenti politici- è un vero e proprio bollettino di guerra. Il dissesto idrogeologico è pane quotidiano, i disagi per i residenti non si contano più e l’abbandono per questa porzione di territorio un fatto conclamato.

La porzione di territorio interessata, è la tratta stradale già crollata il 4 marzo scorso, quando improvvisamente il versante Camaro della strada di

collegamento con Bordonaro cedette improvvisamente.

Pochi giorni e per la strada fu predisposto un importante intervento di ripristino da parte dell’Amministrazione Comunale di Messina ed il transito dal lato di Camaro fu nuovamente possibile. Ma con l’arrivo delle prime piogge la strada si allaga regolarmente.

Infatti, non essendo stati realizzati nel muro di contenimento ripristinato a marzo dei canali di sfogo delle acque, queste stagnano e corrodono progressivamente il manto stradale, che è così esposto ad ulteriori crolli qualora non si dovesse intervenire tempestivamente. Anche perché, nel frattempo, una parte del muro di contenimento della strada ha già ceduto”.

Ad Accorinti, De Cola e Cucinotta  i consiglieri Cacciotto e Scuderi chiedono di attivarsi, ciascuno per le proprie competenze, “per realizzare urgentemente i canali di scolo e per ripristinare il muro di contenimento di questa porzione di strada Camaro-Bordonaro, oltre a metterla in sicurezza con tutti i necessari interventi”.