Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

La Amatori Rugby Messina pronta al match con la Cus Roma

Foto Annamaria Arena

Nona Giornata di campionato per l’Amatori Rugby Messina che incontra la capolista Cus Roma. Il presidente Arena: “Serve l’impresa e impresa sarà, lo sento“.

Alle 14.30 allo Stadio Sperone di Messina inizierà la IX giornata del Campionato Nazionale di serie B di Rugby Girone D. L’Amatori Messina, attualmente al sesto posto in classifica con 23 punti, incontrerà la capolista Cus Roma in testa con 36 punti e con un break di sei lunghezze sul Frascati, che è seconda con 31 punti.

Una partita che la squadra peloritana deve assolutamente vincere per non perdere il passo dei team che si mantengono nella parte alta del tabellone immediatamente a ridosso dei romani: la Colleferro con 27 punti, la Viterbo con 26 e la Primavera con 24.

“La questione è molto pratica -dichiara Nello Arena, presidente dell’Amatori. Bisogna vincere senza se e senza ma. Vincere per la classifica ovviamente, ma ancor di più e principalmente per noi. Ora deve uscire il carattere dei ragazzi. Ne conosciamo le capacità tecniche e tutti hanno rispetto per la nostra qualità

tecnica,  ma ciò che adesso serve sono l’aggressività, la fame di futuro, l’ambizione di fare qualcosa di grande.

Il 2014 sarà l’anno della celebrazione dei 30 anni dalla fondazione della nostra società. Possiamo dare una scossa a Messina con la nostra impresa. Non perché siamo folli e visionari, ma perché conosciamo bene il valore di ciascuno dei ragazzi. Vogliamo e possiamo andare in serie A. Messina può fare il salto di qualità a patto che emergano grinta, orgoglio e generosità. Adesso giochiamo per noi e per Messina. Un solo sangue rosso, un solo cuore rosso. Questo è ciò che mi sento di dire ai ragazzi in campo e al tecnico Bevan Patrick Ryan. Solo questo:  io sono sicuro di voi e so che sarete grandi contro il Cus. Serve l’impresa e impresa sarà, lo sento“.

In prima linea: Salvatore Catania, Antonino Musicò e Girolamo Bombaci. In seconda linea: Marco Grimaldi e Francesco Di Trapani. In terza linea: Salvatore Garozzo, Giorgio Blandino e Alessandro Miduri. Mediano d’apertura: Jacob Gaina. Mediano di mischia: Alessio Barone. Trequarti: Gian Maria Santilano (primo centro) e Ashley Smith (secondo centro). Ali: Giuseppe Arbuse e Roberto Purello D’Ambrosio. Estremo: Federico Gorgone.

In panchina: Francesco Cinà, Andrea Morabito, Francesco Cipriano, Fabio Salvador, Edgar Muyodi, Rosario Frigione, Roberto Placanica.