Isola pedonale, Cacciola e Panarello all’Aula: “Collaboriamo”

Isola pedonale 2 8 2014 b
Il sindaco Accorinti durante il proprio intervento per difendere l'isola pedonale

Dopo il colpo di mano notturno della Giunta Accorinti, che la sera del 14 agosto ha votato una nuova delibera impedendo l’archiviazione dell’isola pedonale, intervengono sulla vicenda gli assessori alla Mobilità Gaetano Cacciola e al Commercio Patrizia Panarello.

“Le ripetute, partecipate, appassionate manifestazioni di cittadini a sostegno del mantenimento dell’area pedonale del centro cittadino -dichiarano i due membri dell’esecutivo di Palazzo Zanca- hanno confermato la necessità di riflettere ulteriormente prima di far cessare un’esperienza che, pur con qualche limite, ha dimostrato di rispondere alle legittime richieste di miglioramento della qualità della vita del nostro territorio.

Partendo da questo assunto, abbiamo incontrato i capigruppo del Consiglio comunale. La delibera dell’Aula, nonostante presenti evidenti incongruenze, deve essere rispettata. Come devono essere ascoltate le ulteriori richieste provenienti da cittadini e da associazioni”.

Dopo la stilettata alla capacità dell’Aula di scrivere una delibera, Cacciola e la Panarello puntualizzano che “devono essere rispettate le prerogative dell’Amministrazione comunale che, secondo quanto recita l’articolo 7, comma 9 del Codice della Strada, ha competenza certa sulla delimitazione delle aree pedonali.

Con queste premesse, – proseguono gli assessori Cacciola e Panarello – dopo un confronto con i rappresentanti dei gruppi consiliari, si è deciso di accogliere la deliberazione del Consiglio comunale n°19/c del 29

luglio scorso. Cessa pertanto il periodo di sperimentazione dell’area pedonale e si istituisce, in maniera permanente, l’area pedonale Cairoli, delimitata secondo le indicazioni del Consiglio comunale espresse con quella delibera”.

E visto che l’Associazione Millevetrine ha richiesto la pedonalizzazione di via dei Mille nel tratto compreso tra via Tommaso Cannizzaro e via Nino Bixio fino al 30 settembre per supportare i commercianti durante i saldi estivi, agevolare le manifestazioni estive e attirare nel centro di i turisti sbarcati dalle navi da crociera, “la Giunta istituisce un’area pedonale contigua, coerente, coordinata e non antitetica rispetto a quella indicata dal Consiglio comunale, in via temporanea fino al 30 settembre. In tal modo -concludono Cacciola e la Panarello – si riapre la possibilità a settembre e subito dopo la trattazione del bilancio, di istituire nuovi tavoli di confronto tra la Giunta e il Consiglio comunale.

Il tutto per definire in maniera incontestabile una zona pedonale più grande, condivisa e adatta alle esigenze di vivibilità e sostenibilità di cui la città ha estremamente bisogno. La Giunta, in base alle competenze attribuite dal Codice della Strada, delibererà poi in autonomia, ma con l’auspicata condivisione del Consiglio comunale tutto”.

Chiarissimo l’invito rivolto all’Aula a individuare un percorso condiviso. La palla passa adesso al Consiglio comunale, che dovrà dimostrare se i distinguo messi avanti per giustificare la bocciatura dell’isola pedonale il 29 luglio scorso erano solo dei pretesti per bloccare una scelta dell’amministrazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.