Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Insediato il Comitato Regionale di Bioetica

Si e’ insediato il Comitato Regionale di Bioetica istituito con decreto dall’assessore regionale per la Salute Massimo Russo: avra’ il compito di esprimere il parere su tematiche di carattere deontologico, giuridico ed etico inerenti alle attivita’ sanitarie e di ricerca biomedica applicata alla persona umana e svolgera’ attivita’ di indirizzo e di coordinamento dei comitati etici locali.

“E’ un organismo di notevole importanza – ha detto Russo – che dovra’ avere piena autonomia su questioni rilevanti e che svolgera’ un’azione di supporto tecnico e scientifico all’assessorato in tutte quelle problematiche che attengono alla salute di ogni individuo. Nel ringraziare tutti i componenti per la disponibilita’ offerta, ho anche dato pieno mandato affinche’ venga predisposto un protocollo dell’accoglienza dei pazienti e dei loro familiari per ribadire in modo chiaro che un sistema sanitario efficiente deve non soltanto curare ma anche prendersi cura del paziente e dei suoi familiari. Il momento della presa in carico e’ un aspetto fondamentale di quel rispetto della dignita’ umana che deve caratterizzare la sanita’ siciliana”.

Fra i compiti del Comitato Regionale di Bioetica c’e’ anche quello di svolgere attivita’ propositiva e consultiva in relazione a questioni connesse con le attivita’ scientifiche e assistenziali, per promuovere e tutelare i valori della persona umana con particolare riferimento ai protocolli di sperimentazione clinica e all’impiego dei cosiddetti farmaci “off label”.

Nella riunione di oggi il prof Luigi Pagliaro e’ stato eletto all’unanimita’ vicepresidente del Comitato: il presidente, per statuto, e’ l’assessore regionale della Salute pro tempore.

Il Comitato Regionale di Bioetica e’ composto complessivamente da 20 persone.

Per l’area sanitaria sono stati nominati Luigi Pagliaro (professore emerito di medicina interna), Francesco Di Raimondo (ematologo al Vittorio Emanuele di Catania) e Nicola Borsellino (oncologo al Buccheri La Ferla di Palermo); Pasquale Candela e Giuseppe Di Tommaso (medici di medicina generale); Fabio Tine’ (esperto in analisi decisionale in Medicina e primario a Villa Sofia – Cervello); Vittoria Agnello (pediatra di libera scelta); i farmacologi Silvio Garattini (Director Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri) e Mario Palazzo Adriano (professore emerito di farmacologia); gli esperti di ricerca biomedica Sebastiano Cavallaro (responsabile del Laboratorio di Genomica Funzionale del CNR) e Giuseppe Remuzzi (research coordinator Istituto Mario Negri e the Dacco’ Center); Agatino Francesco Bonarrigo (rappresentante del settore infermieristico).

Per l’area non sanitaria il biostatistico Massimo Attanasio (ordinario di statistica all’Universita’ di Palermo); l’esperto in materia giuridica e assicurativa Salvatore Pilato (magistrato della Corte dei Conti); gli esperti di bioetica Salvino Leone (professore di medicina sociale, bioetica e teologia morale) e Francesco Giordano (dirigente medico ospedale di Sciacca); il rappresentante di Cittadinanzattiva Giuseppe Greco (che e’ anche presidente della Consulta Regionale).

Per l’assessorato regionale della Salute Maria Grazia Furnari (responsabile ufficio Piano di Rientro e Piano sanitario), Rosalia Traina (farmaceutica) e Giuseppe Murolo (qualita’).

E’ espressamente specificato nel decreto che per i componenti del Comitato Regionale Bioetico non e’ prevista alcuna corresponsione di gettoni di presenza ne’ di compensi a qualunque titolo.