Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Inquilini senza contratto

Gentile avvocato Trimarchi, sei mesi fa ho stipulato verbalmente (poiché conoscevo l’inquilino e mi fidavo di lui) un contratto di locazione per uso transitorio. Dopo due mesi di regolare pagamento del canone, l’inquilino non ha più pagato rimandandomi di settimana in settimana e adducendo come motivo una temporanea difficoltà economica. Ormai il ritardo dura da quattro mesi e vorrei procedere allo sfratto per morosità. Posso procedere pur non avendo contratto registrato? Grazie, Michele D.

Gentile sig. Michele, in mancanza di registrazione del contratto di locazione (disposta a pena

di “nullità” dall’art. 1 comma 346 della legge n. 311 del 2004 (Finanziaria 2005), non è possibile utilizzare il procedimento sommario dello sfratto per morosità. Pertanto, per recuperare la disponibilità dell’immobile lei dovrà avvalersi di una meno agevole azione ordinaria per occupazione senza titolo. In effetti, la giurisprudenza è orientata a considerare il contratto di locazione non registrato non tanto “nullo” (come si legge nella norma sopra richiamata) quanto piuttosto inefficace fino al momento della registrazione. Ciò significa che se lei riuscisse a stipulare per iscritto e a registrare il contratto anche in un momento successivo, il vizio è sanato ed il contratto sarebbe valido.

Per contattare l’avv. Clelia Trimarchi scrivere a clelia.trimarchi@hotmail.it