Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Il ponte sullo Stretto e lo sconcertante abbaglio del ministro dei Trasporti De Micheli

Il ministro dei Trasporti Paola De Micheli, priva di qualsiasi conoscenza tecnico-scientifica (ha una laurea in Scienze politiche ed è una imprenditrice agricola nel settore delle conserve dei pomodori) ha dichiarato di essere contraria al ponte sullo Stretto che, a suo dire, non sarebbe “una vera esigenza”. Chi scrive è di tutt’altro avviso ed è un ingegnere laureato al Politecnico di Milano, esperto di trasporti e fondi SIE. A questo punto la domanda è solo una: grazie a quale competenza il ministro De Micheli ha regalato al Paese questa perla di saggezza e conoscenza?

Non vorremmo, ma lo temiamo fortemente, che la sua sconcertante dichiarazione sia solo il frutto di qualche pour parler di pseudo-ambientalisti, che preferiscono continuare a inquinare con navi e aerei piuttosto che ammettere di avere preso un clamoroso abbaglio su un’opera di fondamentale importanza per lo sviluppo del Meridione. 

Giacomo Guglielmo

Siciliano a tutto tondo, cittadino del mondo, ingegnere laureato al Politecnico di Milano, docente, esperto di trasporti e fondi SIE, attualmente in forze al MIUR per il monitoraggio dei fondi UE per la ricerca, pescatore con rizza trimagghi e adesso anche aspirante giornalista. Sostenitore del ponte sullo Stretto, non a caso è stato studente di Giorgio Diana, il suo motto ora e per sempre (o almeno fino a quando non lo costruiranno) è: ponte e libertà.