Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Il Messina torna il Messina e il Barletta vince al San Filippo 0-2

Foto Paolo Furrer

I limiti tecnici e mentali del Messina volano via per appena una giornata. Il girone di ritorno inizia male e il Barletta si impone al San Filippo con un 0-2 terribile ad opera di Fall e Venitucci tra 29′ e 32′ del secondo tempo. La strada è ancora in salita per i peloritani.

Dopo aver agevolmente liquidato la pratica Savoia nel giorno dell’Epifania, il Messina torna in campo contro il Barletta, ancora al San Filippo, per la prima giornata del girone di ritorno di Lega Pro.

Formazione tipo per i pugliesi, chiamati a fare i conti con la sola assenza di De Rosa, oggi sostituito da Regno. Grassadonia deve invece fare a meno di Silvestri, Enrico Pepe e Altobello (squalificato), mentre restano fuori per scelta tecnica Bucolo e Benvenga (tribuna).

Messina subito aggressivo con la velocità di Ciciretti e di Mancini, oggi al debutto in maglia biancoscudata, ma Orlando spreca, calciando dal limite dell’area alla sinistra della porta difesa da Liverani (4′).

Lo sterile possesso palla dei padroni di casa rinvigorisce il Barletta, vicina al vantaggio con Danti. Schema su punizione di Quadri, Danti si presenta a tu per tu con Iuliano, che chiude bene lo specchio della porta (17′).

La buona prestazione contro i campani sembra già essere andata nel dimenticatoio. I siciliani appaiono lenti, macchinosi e davvero poco incisivi oltre la trequarti campo, merito anche di un Barletta seconda miglior difesa del torneo e reduce da quattro vittorie consecutive.

La formazione allenata da Sesia non si fa pregare. Ripartenza in contropiede di Cortellini, palla in profondità per Danti e Iuliano è nuovamente decisivo nel salvare in angolo (39′).

Ciciretti pare il più intraprendente dei suoi ed è proprio il ragazzo della primavera della Roma a effettuare il primo tiro in porta per i peloritani: Liverani blocca in serenità (9′).

Gli uomini di Grassadonia ci riprovano. Cross del neo entrato Vincenzo Pepe, Damonte salta di testa e la palla termina di poco alta sulla trasversale (15′).

Al primo tiro in porta della seconda frazione di gioco, il Barletta passa. Punizione dai trenta metri, palla allargata sull’out sinistro per Danti, che percorrere tutta la fascia, la mette al centro per Fall che buca Iuliano da due passi (29′).

Palla al centro ed è ancora Barletta. Venitucci, lasciato solo a centro area, tira di punta e trova il doppio vantaggio. Match chiuso al San Filippo (32′).

La gara contro il Savoia sembra davvero solo un lontano ricordo in casa Messina. I limiti tecnici e mentali ci sono tutti e il mercato deve ancora dare molte risposte ai peloritani, specie in zona offensiva. In attesa del doppio delicato impegno con Lupa Roma e Reggina.

I pugliesi, invece, consolidano l’ottima posizione in classifica e si mettono al riparo dalla zona play out. La salvezza, obiettivo stagionale, giocando così non potrà che essere una formalità.