Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Il Messina esce sconfitto 1-0 da Troina, i peloritani perdono l’imbattibilità dopo due mesi

Dopo oltre due mesi il Messina torna a perdere in campionato. A Troina decide una rete di Sidibe al 6’ del primo tempo. I peloritani non sono riusciti a reagire contro una squadra che è apparsa più affamata e che avrebbe potuto vincere con più gol di scarto. I giallorossi perdono per il prossimo turno Lourencon, espulso dalla panchina e Traditi, cacciato per somma di ammonizioni. E’ una sconfitta pesante vista la vittoria della Sancataldese contro il Roccella e che porta i peloritani solo a +2 dalla zona play out.

Dopo la strabiliante partita di mercoledì contro il Giulianova in Coppa Italia, il Messina si rituffa nel campionato per blindare la salvezza, e lo fa dallo stadio Silvio Proto di Troina contro la squadra locale. Oberdan Biagioni torna al 4-3-3, abbandonando per il momento l’idea dei tre trequartisti dietro la prima punta viste le assenze di Tedesco (squalificato) e Marzullo (in panchina). Meo torna fra i pali; in difesa alcune sorprese, con Biondi e Aldrovandi sulle fasce, Ferrante e Sambinha al centro, nuovamente titolare dopo qualche mese di panchina; Traditi confermato perno di centrocampo con Selvaggio e Amadio ai suoi lati; il tridente è composto da Cocimano, Catalano e Arcidiacono. I locali, che mercoledì hanno combinato un pasticcio con i cambi contro il Rotonda e quindi potrebbero (e dovrebbero) vedersi cancellata la vittoria ottenuta sul campo a favore di uno 0-3 per gli ospiti, scendono in campo con Serenari, Lo Cascio, Bonfini, Saba, Ruano, Sidibe, Boscaglia, Moudoumbou, Musso, Adeyemo, Buffa.

Primo tempo con molte occasioni da parte dei padroni di casa, con il Messina che non riesce a imporre il proprio gioco contro una squadra in salute. Al 5’ schema su punizione dei locali, cross di Adeyemo e Sambinha, rischiando un clamoroso autogol riesce a liberare l’area di rigore, ma un minuto più tardi arriva la rete del Troina: Buffa serve Sidibe che con un piatto destro beffa un impreparato Meo sul proprio palo, 1-0 dunque per i padroni di casa, che provano a blindare il vantaggio al 24’ con Musso, ma il suo tiro a incrociare finisce fuori di poco con Meo battuto. Al 35’ ancora Troina: Moudoumbou prova a far male all’estremo difensore peloritano, la palla termina fuori di un soffio, ma sul capovolgimento di fronte è il Messina a rendersi pericoloso per la prima volta con Arcidiacono, che da due passi con un destro al volto spedisce il pallone incredibilmente fuori fallendo una ghiottissima occasione. Segni di risveglio per gli uomini di Biagioni, e al 44’ ci prova Traditi di testa dopo un calcio di punizione, ma non riesce a segnare la rete del pareggio. Finisce così il primo tempo dello stadio Silvio Proto: un Troina che legittima il vantaggio, ma il Messina nel finale è sembrato più in partita dopo aver regalato una buona mezz’ora agli avversari.

Nella ripresa la musica però non cambia, e il Troina va vicino al gol in tre occasioni nell’arco di quattro minuti, due volte con Moudoumbou e una con Musso, con Aldrovandi decisivo in quest’ultima occasione a chiudere in angolo. Biagioni prova a cambiare volto al Messina con Marzullo al posto di Selvaggio, ma senza riuscirci, perché sono ancora i locali ad andare vicini al gol in due occasioni, a l5’ e al 26’ sempre con Saba, che prima becca l’incrocio dei pali e successivamente colpisce la traversa dalla lunga distanza: bravo e sfortunato il centrocampista del Troina, sicuramente uno dei migliori in campo. In precedenza, Lourencon dalla panchina è stato espulso per proteste. Altra girandola di cambi, con Ba Mbaye e Pirrone dentro per Sambinha e Amadio. Il Messina si fa nuovamente pericoloso dopo un’ora di attacchi da parte del Troina, con Traditi che di testa ancora una volta non c’entra lo specchio della porta difesa da Serenari, oggi più che mai spettatore non pagante. Al 90’ intanto per somma di ammonizioni il Messina perde Traditi, uno dei leader della squadra peloritana. La partita termina così dopo cinque minuti di recupero e un salvataggio di Meo su conclusione di Adeyemo, con il portiere peloritano determinante in questo frangente. Sconfitta pesante per il Messina, con la zona play out adesso distante soltanto due punti vista la vittoria importantissima della Sancataldese contro il Roccella.

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.