Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Il galateo su FB e i cracker a tavola

Gentile contessa, quando ho un po’ di tempo mi piace andare su Facebook. Di recente sono stato pubblicamente bacchettato (e a mio avviso senza motivo) dalla componente di uno dei gruppi che frequento dopo la pubblicazione di un mio post. Le rispondo pubblicamente, in privato o lascio perdere? Pippo G.

Gentile Pippo, la migliore opzione è sicuramente la terza. I social network sono una sorta di piazza virtuale dove le persone di incontrano e si confrontano. E in una piazza ciascuno si comporta esattamente come fa nella vita. C’è chi passa, saluta con garbo, scambia due parole e poi va oltre e chi invece parla a voce alta e con le mani sui fianchi. Quale che sia l’appunto che le è stato fatto, cortesia vuole che qualsiasi considerazione che possa mettere in difficoltà il nostro interlocutore sia espressa in privato. Agire diversamente significa sconoscere le regole essenziali del bon ton. In casi come questi, il silenzio è sempre la

migliore risposta.

Cara Contessa Lara, amo ricevere ma sempre più spesso ci sono invitati che mi chiedono un’alternativa al pane perché hanno problemi di intolleranza ai lieviti e vorrebbero dei cracker o dei grissini. Come devo servirli a tavola? Grazie, Nina C.

Gentile Nina, premetto che non amo a tavola il cestino del pane e che di regola uso gli appositi piattini, che devono essere posti alla sinistra del commensale. Eviti dunque i grissini (a meno che non li prepari lei o li faccia preparare non più lunghi di una ventina di centimetri, così non usciranno dal bordo del piattino) e preferisca i cracker. Visto che gli involucri sono banditi dalle tavole eleganti, li disponga direttamente sul piattino, tenendone a portata di mano degli altri, già sconfezionati e da servire utilizzando delle pinze come quelle del ghiaccio. In ogni caso, mai direttamente con le mani. Se ha un po’ di tempo, può comunque preparare lei del pane senza lievito: un’attenzione che i suoi ospiti apprezzeranno sicuramente.

Per qualsiasi dubbio sul galateo scrivete alla Contessa Lara all’indirizzo redazione.messina@sicilians.it

Contessa Lara

Contessa Lara è il nom de plume di una gentildonna messinese che non ama mettersi in mostra. Fedele agli insegnamenti della sua gioventù (le signore compaiono sui giornali solo tre volte: quando nascono, quando si sposano e quando muoiono) ha deciso di collaborare con noi, ma con discrezione. Ovviamente abbiamo accettato con gioia, sicuri che la sua competenza sarà un prezioso aiuto per chi già conosce le buone maniere e per chi invece ha ancora molta strada da percorrere sulle impervie vie del saper vivere.