Il disastro dei Servizi sociali: tutta la verità dei lavoratori

Il sindaco Accorinti assediato dai lavoratori (Foto Dino Sturiale)

Dopo l’assalto di giovedì scorso a Palazzo Zanca, neanche oggi i lavoratori di Casa Serena sono riusciti a incassare lo stipendio di febbraio.

Situazione identica per gli addetti della cooperativa Alba. La FP Cgil ha contattato stamane i responsabili, che hanno dichiarato di non avere ancora ricevuto nulla dal Comune.

Il presidente della cooperativa Azione Sociale, che gestisceCasa Serena, che ieri sera aveva dato per certo il pagamento, nel primo pomeriggio di oggi ha fatto marcia indietro e ha dichiarato che se non riuscirà a versare i salari nei prossimi due giorni, tutto sarà rinviato alla settimana prossima.

Una tempistica, quella di questi pagamenti, che ribadisce quanto affermato dal segretario generale della FP Cgil Clara Crocè e dai lavoratori.

“A dispetto del comunicato n° 1045 inviato alla stampa nel pomeriggio di giovedì scorso -puntualizza la Crocè- l’amministrazione Accorinti non aveva nulla di pronto, non ci sono stati incontri con il ragioniere generale Nino Cama prima del pomeriggio del 5 giugno (vedi “Casa Serena: le veline del Palazzo e la verità dei lavoratori” del 6 giugno, ndr) e noi non abbiamo mentito”.

Non a caso, la FP Cgil ha dichiarato alcuni giorni fa di essere pronta a denunciare l’amministrazione Accorinti rispetto a quello che è successo. Del resto, nel video che vi proponiamo in esclusiva, girato dai lavoratori di Casa Serena mentre il segretario generale Crocè discuteva con il vicesindaco Signorino giovedì scorso, è evidente che l’esponente dell’esecutivo Accorinti non ricordava quanto dichiarato durante la trasmissione televisiva di RTP “Punto Franco” il venerdì precedente.

“Basta guardare il

video -commenta la Crocè- per capire come sono andate le cose: la promessa di Signorino di attivarsi per i pagamenti subito dopo la pausa festiva del 2 e del 3 giugno, il fatto che invece non fosse pronto nulla, la delusione dei lavoratori che, purtroppo, ormai sono abituati ad aspettare il rispetto dei propri diritti.

Lo scontro con il sindaco è avvenuto per il suo modo di fare, per l’indifferenza dimostrata ai problemi di tante famiglie che da mesi sono senza stipendio. Accorinti ce lo ricordiamo in campagna elettorale, quando a parole condivideva le nostre battaglie. Ed è con amarezza che a distanza di un anno dobbiamo constatare come il sindaco sia cambiato. Dobbiamo guardare in faccia la realtà: gli artifici di di oggi ci ricordano quelli di altre persone ai quali abbiamo già assistito in passato”.

Ma il problema dei pagamenti riguarda tutte le cooperative dei servizi sociali. La Genesi  (trasporto e assistenza igienica nelle scuole) deve incassare la fattura di febbraio, ma la cooperativa ha pagato puntualmente i lavoratori.

Alla Lilium (Centri di Assistenza Giovanile) è stato pagato febbraio 2014 e i lavoratori sono fermi a marzo. La cooperativa Cas (Centri Assistenza Giovanile) ha avuto marzo e i lavoratori hanno percepito aprile.

Le Gardenie (asili nido comunali)  è ferma a febbraio, ma la cooperativa paga  puntualmente gli stipendi. La coop Alba (assistenza domiciliare ai disabili, i lavoratori hanno protestato giovedì scorso insieme a quelli di Casa Serena) deve ancora avere febbraio e gli emolumenti sono fermi a marzo.

Anche la Progetto vita (trasporto disabili nei centri riabilitativi) è ferma alla liquidazione della fattura di febbraio, ma i salari di aprile sono stati versati. Infine la Cesim, che è stata pagata fino a febbraio e che eroga puntualmente gli stipendi ai lavoratori.

Il video all’indirizzo http://youtu.be/Q6inLOC-GV0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *