Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Il Comprensorio Normanno arresta la corsa del Città di Messina

Calcio Città di Messina Camaro partita di calcioPer buona sorte la sconfitta a Paternò del Città di Messina è coincisa con la debacle casalinga della Gelbison contro il Noto.

Allora nulla di fatto in classifica e i peloritani, già matematicamente conquistati i play-off, conservano il terzo posto in classifica.

Consueto 4-3-3 il modulo scelto dal tecnico Pasquale Rando. Di Salvia tra i pali, Dombrovoschi, D’Angelo, Cammaroto e Viscuso nel reparto difensivo, Cucè, Avola e Assenzio a centrocampo, Citro, Saraniti e Tiscione il tridente d’attacco.

La marcatura che sancisce l’esito della gara arriva al 14’ sugli sviluppi di una punizione calciata da Zumbo. Mischia in area e realizza Scalia per il Comprensorio Normanno.

Il resto della gara è una serie di tentativi del Città di Messina di acciuffare almeno il pareggio, degli etnei di contenere e sfruttare le ripartenze per chiudere la partita ed episodi dubbi da entrambe le parti.

Tra gli altri, le due reti segnate da Tiscione a gioco fermo e l’intervento di Cammaroto su Mandarano durante una chiara occasione da gol. Assenzio e compagni, dopo otto risultati utili consecutivi, subiscono una sconfitta a 180 minuti dal termine della stagione. Occorre salire sul podio per disputare in casa la prima gara dell’appendice post- campionato ed è questo l’obiettivo primario dei peloritani neopromossi.