Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Il cimitero di Cumia abbandonato al degrado e all’incuria

Il villaggio di Cumia

Il cimitero di Cumia da tempo è abbandonato al degrado e all’incuria. A denunciarlo i consiglieri del III Quartiere Antonino Trino e Antonino Sciutteri e il consigliere comunale Claudio Cardile.

In una nota inviata al Dirigente il Dipartimento Cimiteri Domenico Manna, all’assessore all’Ambiente Daniele Ialacqua e al sindaco Renato Accorinti, i tre esponenti politici di Felice per Messina, chiedono interventi immediati anche in vista della ricorrenza della Commemorazione dei Defunti.

“Nel cimitero di Cumia -scrivono Trino, Sciutteri e Cardile- prolificano rigogliose le erbacce, segno che da tempo non sono stati effettuati interventi di pulizia. Tale situazione di alto degrado soprattutto morale vista la sacralità del luogo, di fatto impedisce

la normale fruizione a coloro che con fede e devozione intendono offrire un pensiero floreale ai propri cari o semplicemente recitare una preghiera.

Infatti, sono numerosissime le segnalazioni dei residenti che lamentano appunto l’impossibilità a raggiungere i loculi senza incappare nelle erbacce o peggio nei rovi riportando graffi vari.

Praticamente un vero percorso di guerra, che si inasprirà con l’avvento della stagione piovosa che farà crescere ulteriormente le erbacce e che potrebbe rappresentare una grave insidia per la pubblica incolumità”.

A Manna i tre esponenti politici chiedono che nel più breve tempo possibile si restituisca “il doveroso decoro al cimitero di Cumia e ai defunti ivi sepolti, dei quali, si rammenta, fra qualche settimana ricorrerà la festività, che ci si auspica venga celebrata nel miglior modo possibile, evitando che l’incuria possa deturpare la loro memoria”.