Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

I quadri di Antonello da Messina ambasciatori del Made in Sicily in Russia

San Girolamo allo studio

Scambio di doni tra la Russia e la Sicilia. A settembre alcuni dei capolavori di Antonello da Messina saranno esposti alla Galleria Statale “Tretyakov” di Mosca, che ospita la più grande collezione di belle arti russe al mondo. Contemporaneamente, in Sicilia sarà allestita una mostra sulle “Avanguardie Russe”. E così, se i moscoviti potranno ammirare la Madonna col Bambino benedicente e un francescano in adorazione e l’Ecce Homo del Museo di Messina ed il San Gerolamo, il San Gregorio ed il Sant’Agostino della Galleria di Palazzo Abatellis di Palermo, nello stesso periodo, dal 16 settembre al 20 novembre, i siciliani potranno vedere le opere Kazimir Malevitch, Vasilij Kandinsky, Pavel Filonoff, Mikhail Larionov, Alexander Rodchenko e Petr Konchalovsky realizzate tra il 1905 e il 1925 e custodite al Museum and Exhibition Center Rosizo di Mosca.

L’iniziativa rientra nell’ambito delle manifestazioni dell’Anno Bilaterale Italia-Russia “per la promozione della lingua e della cultura russa in Italia e dell’Italia in Russia”. L’accordo per le due mostre è stato siglato dall’assessore regionale ai Beni culturali Sebastiano Missineo e dal dirigente generale del Dipartimento regionale dei Beni culturali Gesualdo Campo con i direttori del museo Rosizo Aleksandr Sysoenko e della Galleria Statale Tretyakov Irina Vladimirovna Lebedeva.

Madonna con Bambino e francescano

“E’ un’occasione straordinaria -ha dichiarato Missineo. Una vetrina importante per valorizzare la qualità della proposta culturale della Sicilia che tra poco si arricchirà con il ritorno della Venere di Morgantina e con la riapertura della Villa del Casale di Piazza Armerina dopo il lungo restauro. La Russia è un bacino turistico da privilegiare anche per la recente vocazione a viaggiare dei suoi abitanti, che preferiscono l’Italia ad altre mete europee. Ambasciatori della Sicilia saranno i nostri Antonello e stiamo anche programmando ed organizzando, d’intesa con altri partner istituzionali, alcune iniziative per promuovere l’identità siciliana attraverso eventi culturali e dell’arte culinaria. Stiamo anche preparando un documentario sui musei siciliani nei quali sono presenti le opere di Antonello da Messina e sulle altre tavole del pittore siciliano, che sarà proiettato durante la mostra”.