Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

I fantastici viaggi di Gulliver

I fantastici viaggi di Gulliver

Paese: U.S.A.
Durata: 85 minuti
Genere: Commedia
Regia: Rob Letterman

Rivisitazione in chiave moderna del classico di Swift, dove un modesto impiegato del reparto poste di una ditta, Lemuel Gulliver, per far colpo sulla donna dei suoi sogni, Darcy, che per inciso è anche redattore del settore viaggi, si finge un esperto viaggiatore e gli viene assegnato un servizio importante alle Bermuda. Gulliver viene però risucchiato dal Triangolo delle Bermude, finendo a Lilliput, un paese di uomini piccolissimi. Catturato come fenomeno da baraccone, Gulliver avrà modo di salvare la principessa del regno, divenendo così l’eroe di Lilliput, a dispetto dell’antipatico comandante della guardia.

Non è certo una riproduzione fedele, quella di Letterman, ma con la consapevolezza di stare assistendo ad una rivisitazione umoristica, si può soprassedere. Con la tecnologia attuale infatti, l’occasione per riproporre un classico del genere è fin troppo ghiotta, specie se davanti alla cinepresa c’è il poliedrico ed esplosivo talento di Jack Black. La scena è tutta per lui infatti, e da bravo mattatore conquista il pubblico fin dalle prime

battute, trasformando l’avventuriero Swiftiano nel classico personaggio “alla Black”: incapace, imbranato ma nonostante tutto spaccone e simpaticissimo.

Le trovate con cui Gulliver conquista i suoi nuovi piccoli amici sono irresistibili, soprattutto per i più grandi, in grado di cogliere ed apprezzare le decine di citazioni con cui il gigantesco protettore di Lilliput trasforma un nobile regno da fiaba in una nuova New York con lui al centro di questo nuovo universo. Gulliver infatti, che non era mai stato apprezzato prima, coglie la palla al balzo, prendendosi con grandissimo mestiere, meriti non suoi, rendendosi protagonista delle storie di decine di famosissime pellicole, continuamente affamato di nuovi apprezzamenti.

Ovviamente la storia avrà un punto di svolta nel momento in cui Gulliver deluderà, com’è inevitabile, i suoi piccoli amici. Ma grazie alla sua volontà e al collaudatissimo “credi in te stesso”, affronterà il nuovo nemico che minaccia Lilliput con una nuova consapevolezza di sé. Come detto è un film che si regge sul genio comico di Jack Black (ormai a tutti gli effetti nuovo John Belushi), e che non ha bisogno d’altro: grande prova comica, film riuscitissimo. Consigliato a chiunque abbia voglia di ridere senza troppi pensieri.