Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Le anime infelici delle Quattro Strade

Uno dei sentieri che porta alle Quattro Strade

In questo nuovo appuntamento del “Grimorium” vogliamo raccontarvi una storia successa oltre 20 anni fa ad una giovane donna che allora frequentava gli scout e che conferma tutte le dicerie sulla presenza di spiriti alle Quattro Strade, sui colli Sarrizzo.

“Ero ancora una guida -racconta la signora M.- non avrò avuto più di 15 anni e con la mia squadriglia dovevamo pernottare alla Forestale che si trova sui Colli Sarrizzo. Come sempre in questi casi, salimmo dalla via Palermo, superammo Ritiro e poi ci avventurammo lungo il sentiero nel bosco che consente di arrivare direttamente alle spalle di Don Minico. Eravamo un gruppetto di 8 ragazze e con c’era un giovane capo.

Mentre salivamo nel bosco, quasi arrivate alla strada, sentimmo all’improvviso dei passi frettolosi, come se qualcuno scappasse, e delle richieste disperate di aiuto. Non sapevamo cosa fare perché essendo inverno era già buio e noi camminavamo tenendo le torce accese. Decidemmo quindi di salire più velocemente possibile e di dare l’allarme alle guardie della Forestale, dove avremmo pernottato.

Appena arrivate raccontammo subito all’agente che ci accolse quello che avevamo sentito. Ci aspettavamo che scappasse subito a vedere di cosa si trattava invece ci guardò in maniera strana e ci disse di non preoccuparci perché ci avrebbe pensato lui con i suoi colleghi. Tranquillizzate svolgemmo regolarmente tutte le attività previste e poi andammo a dormiure nelle stanze che ci avevano messo a disposizione.

Solo la mattina dopo, mentre commentavamo tra noi quello che avevamo sentito, il nostro capo ci raccontò quello che gli aveva detto la guardia con la quale avevamo parlato. Se aveva reagito in quel modo è perché la nostra era stata l’ultima di una serie infinita di segnalazioni del genere e ormai non ci facevano più caso, limitandosi ad evitare quella zona anche di giorno. Nessuno è mai riuscito a capire quale storia tragica ci sia dietro quelle disperate richieste d’aiuto. So solo che non dimenticherò mai quelle urla disperate ed il senso di angoscia che non ci abbandonò per molto tempo”.