Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

I DRS si costituiscono come movimento e rilanciano Giusi Furnari come sindaco alle amministrative di giugno

Beppe Picciolo (Foto Dino Sturiale)

Prima si sono costituiti come movimento politico davanti ad un notaio e poi hanno ribadito il no alle primarie rilanciando Giusi Furnari per le amministrative.

“Il movimento dei “Democratici riformisti per la Sicilia -si legge in un documento firmato dal capogruppo all’ARS Beppe Picciolo e dal deputato Marcello Greco- confermando la piena fiducia alla professoressa Giusy Furnari, già indicata dal presidente Rosario Crocetta quale candidata a sindaco di Messina, le chiede formalmente di non recedere dalla candidatura, che ha già riscontrato condivisione da gran parte della società civile messinese e di illustri personalità della città finora mai schierate in politica”.

Picciolo e Greco dichiarano confermano la fiducia totale ed incondizionata nei confronti della docente di filosofia, che ha sempre detto di non voler passare dalla primarie e di puntare direttamente alle amministrative.

E nel caso in cui la Furnari non dovesse accettare di candidarsi alle elezioni di giugno, i due parlamentari siciliani dichiarano che “i Democratici riformisti per la Sicilia porteranno avanti coerentemente il progetto di individuare all’interno delle alte professionalità messinesi una candidatura di spessore, attorno alla quale riunire le energie migliori della nostra città.

Per l’ennesima volta diciamo no alle primarie di partito -concludono Picciolo e Greco- perché riteniamo tali solo le consultazioni del primo turno”.