Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

I Carabinieri della Compagnia di Milazzo arrestano 51enne di Torregrotta per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

I carabinieri della Compagnia di Milazzo hanno arrestato ieri, in flagranza di reato, il 51enne S.D. di Torregrotta, già noto alle forze dell’ordine, ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nei giorni scorsi, nel corso dei servizi di controllo del territorio nel comune di Torregrotta, i militari della Stazione Carabinieri di Fondachello Valdina avevano notato dei movimenti sospetti nelle vicinanze dell’abitazione dell’uomo. Subito sono stati predisposti specifici servizi di osservazione del luogo da parte dei carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Milazzo.

Ieri mattina, i militari dell’Arma, ritenendo che all’interno dell’abitazione dell’uomo ed in quella attigua dei suoi anziani genitori di cui il 51enne S.D. aveva la disponibilità potesse essere detenuta della sostanza stupefacente, hanno effettuato una perquisizione domiciliare con l’ausilio dei cani antidroga del Nucleo Carabinieri Cinofili di Nicolosi. L’ipotesi investigativa dei carabinieri si è

dimostrata fondata e nel corso della perquisizione, in un mobile posto all’interno dell’abitazione dei genitori dell’uomo, sono stati rinvenuti due involucri contenenti 94 grammi circa di sostanza stupefacente tipo marijuana, un involucro contenente 2 grammi circa di hashish e un bilancino di precisione. La sostanza stupefacente, inviata al Reparto Carabinieri Investigazioni Scientifiche per le analisi di laboratorio, unitamente al bilancino di precisione è stata sequestrata ed il 51enne S.D. è stato arrestato, in flagranza di reato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Al termine delle formalità di rito, su disposizione del magistrato di turno della Procura di Messina, l’arrestato è stato tradotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo. Questa mattina, all’esito dell’udienza davanti al Giudice del Tribunale di Messina, l’arresto dei Carabinieri è stato convalidato ed al 51enne S.D. è stata applicata la misura dell’obbligo della firma presso la Polizia Giudiziaria.

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.