Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Halo 4 in agenda

Anche il quarto episodio di Halo, così come i tanti sequel blasonati che alimentano l’hype di questo periodo, definisce i suoi tempi d’attesa. E la data del 6 novembre 2012, fissata per il ritorno di Master Chief sulle console Microsoft, risulta già segnata con il sangue su milioni di calendari sparsi per il globo. 

Il countdown appena innescato sarà ovviamente accompagnato da tutte le aspettative del caso. Infatti, oltre ad ampliare una delle saghe videoludiche più appassionanti di sempre, Halo 4 dovrà confermarne la solidità quale pilastro portante dell’entertainment esclusivo per Xbox, reggendo il difficile confronto con il suo predecessore. 

A tal proposito sarebbe riduttivo etichettare il titolo in questione come sequel. Stando soprattutto alle anticipazioni rilasciate in questi giorni da Phil Spencer, corporate vice president dei Microsoft Studios. In un comunicato ufficiale questi traccia senza mezzi termini panorami ben più vasti connessi al lancio di novembre, aprendo ad un’intera decade di produzioni legate ad Halo. E sarà appunto il capitolo

in uscita a porre i presupposti per questa nuova fase, inaugurando una seconda trilogia. 

Il rinnovato investimento di Microsoft sul suo brand di punta si evince anche in sede di sviluppo, dove stavolta troviamo lo stesso team interno istituito dal publisher a tutela dell’universo Halo. Esce dunque di scena la storica Bungie che, ultimato Halo Reach, cede ufficialmente il testimone (così come il direttore del franchising Frank O’Connor ) ai ragazzi di 343 Industries. Passaggio di consegne destinato certamente ad accrescere negli appassionati la mole di interrogativi sul titolo in uscita. 

In compenso, a colmare il vuoto di informazioni che ha caratterizzato gli ultimi mesi, provvede il recente rilascio di alcune anteprime. Immagini, presentazioni televisive, curiosità, centellinati dettagli sul sistema di gioco che comunque, nell’insieme, costituiscono niente più che una sbirciatina su quanto ci attende. Come del resto è opportuno aspettarsi a distanza di otto mesi dal Day One.

Pertanto, presa nota dell’imperdibile appuntamento autunnale, non resta che procrastinare a tempi più maturi ulteriori speculazioni sul futuro di Halo, investendo, almeno per il momento, energie ed aspettative su titoli davvero imminenti.