Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Graduatoria mondiale CWUR: UniCt al 456esimo posto, 20esima in Italia, prima in Sicilia

CATANIA. Balzo in avanti per l’Università di Catania che sale al 456esimo posto nella classifica 2020-21 pubblicata questa mattina dal CWUR, il Center for World University Rankings (http://cwur.org/2020-21.php), che prende in considerazione le 20mila università più importanti al mondo. L’Ateneo catanese lo scorso anno si era classificato al 481esimo posto, mentre nel 2018 era al 511esimo in base a un ranking che analizza periodicamente indicatori quali la qualità dell’istruzione, l’occupazione dei laureati, la qualità dei dipartimenti, anche in relazione all’ambiente di apprendimento e ai risultati della ricerca. Quest’anno, invece, oltre a guadagnare ben 25 posizioni a livello globale, UniCt si classifica 20esima a livello nazionale su 60 università valutate, attestandosi come la terza del Meridione dopo la Federico II di Napoli e l’Università di Bari, e la prima in Sicilia (Palermo è al 570esimo posto, Messina all’823esimo). Nella graduatoria CWUR l’indicatore relativo alla qualità dell’istruzione viene valutato in base al numero di studenti che hanno ottenuto importanti riconoscimenti accademici in rapporto alle dimensioni dell’università. L’occupazione dei laureati viene ponderata in base al numero di ex-allievi che ricoprono posizioni dirigenziali di alto livello presso le più grandi aziende del mondo. Le prestazioni di ricerca sono in base al numero totale di articoli di ricerca, alla qualità delle pubblicazioni su riviste di alto livello e altamente influenti e al numero di citazioni. “Siamo ovviamente soddisfatti – commenta il rettore Francesco Priolo – questo ranking ci conferma che l’impegno quotidianamente profuso per far ripartire l’Università di Catania dopo anni difficili sta cominciando a dare i suoi frutti grazie al lavoro dei docenti e del personale ma soprattutto alla qualità degli studenti che scelgono di studiare da noi, che dimostrano l’efficacia della loro preparazione anche in un contesto complesso come il mondo del lavoro attuale. Attendiamo con fiducia anche le altre graduatorie che saranno pubblicate nelle prossime settimane, consapevoli che potremo ottenere da queste ulteriori spunti di riflessione e indicazioni importanti per modellare le nostre strategie, e ci prepariamo ad accogliere i tanti studenti che anche in quest’anno particolarmente difficile daranno fiducia al nostro Ateneo, subito dopo gli esami di maturità. La loro preferenza verso UniCt sarà il nostro riconoscimento più importante”.

università catania