Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Gli Aristogatti

Gli Aristogatti

Paese: U.S.A.

Genere: Animazione

Durata: 78 minuti

Regia: Wolfgang Reitherman

Torna giustamente nelle sale di tutto il mondo un grande classico dell’animazione targato Disney, per la precisione il ventesimo, uscito per la prima volta nel 1970.

Madame è un’adorabile signora benestante della Parigi di inizio XX secolo, che vive sola nella sua splendida villa, con l’unica compagnia del maggiordomo Edgard e dei suoi gatti, la bellissima Duchessa e i suoi tre micetti, Minou, Matisse e Bizet. Un giorno Madame decide di fare testamento e convoca il notaio.

Lascerà ogni suo bene ai suoi adorati gatti e, alla morte di questi, passerà tutto al fedele maggiordomo Edgard. Questi però intercetta la conversazione tra Madame e il notaio e decide di non avere voglia di aspettare degli anni per ottenere quello che gli spetta.

Così mette del sonnifero nel latte degli animali e nottetempo li porta via. Durante il percorso però viene attaccato da Napoleone e Lafayette, due randagi che si divertono ad inseguire i veicoli a motore. La cesta coi gatti vola via mentre Edgard riesce a guadagnare la via di casa. Madame, svegliata

da un temporale scopre che i gatti sono spariti e si dispera, mentre il piccolo topolino di casa, Groviera, grande amico della famigliola, si lancia in una disperata ricerca.

Nel frattempo Duchessa e i suoi piccoli, disorientati dalla nuova situazione si imbattono in Romeo, un gattone randagio di origini romane, che si innamora perdutamente della bella gatta e decide di aiutarli a tornare in città. Fra mille peripezie e divertenti fuori programma, Romeo, Duchessa e i gattini cercheranno di tornare fra le braccia di Madame, affrontando il perfido e avido Edgard.

Realizzato dallo stesso team de “La Spada nella Roccia”, “Gli Aristogatti” è uno dei film della Disney in cui la componente musicale (parte integrante di ogni classico della casa di produzione americana), diviene fondamentale: una fantastica ed esilarante baraonda a ritmo di jazz che è letteralmente contagiosa.

L’impronta jazzistica, che ben si amalgama con l’ambientazione primo Novecento del film, è come una scossa che manda alle stelle un prodotto già ottimo, con una splendida caratterizzazione dei personaggi, particolarmente esaltata con il doppiaggio italiano, tra cui spiccano nomi come Renzo Montagnani (Romeo) e Oreste Lionello (Groviera). Consigliato alle famiglie e a chi pensa che il jazz sia una noia.

Paolo Failla

Sano di mente nonostante un'infanzia con classici Disney e cartoni animati giapponesi, il battesimo del fuoco arriva con i film di Bud Spencer e Terence Hill, le cui opere sono tutt'ora alla base della sua visione sull'ordine del cosmo. Durante l'adolescenza conosce le opere di Coppola, i due Scott, Scorsese, Cameron, Zemeckis, De Palma, Fellini, Monicelli, Avati, Steno e altri ancora. Su tutti Lucas e Spielberg . Si vocifera che sia in grado di parlare di qualsiasi argomento esprimendosi solo con citazioni varie. Ha conosciuto le vie della Forza con una maratona di Star Wars di oltre 13 ore.