Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Furto aggravato a Taormina, 2 catanesi finiscono agli arresti domiciliari

MESSINA. Arrestati in flagranza di reato dai Carabinieri della Compagnia di Taormina il 57enne M.S. e il 27enne L.G. entrambi catanesi e già noti alle forze dell’ordine. L’accusa a loro carico: furto aggravato in concorso e porto di arnesi da scasso. I due erano finiti nei guai quando una pattuglia del Nucleo Radiomobile li aveva fermati a Villagonia a bordo di un furgone che viaggiava in direzione Catania. I militari dell’Arma avevano ispezionato il veicolo e avevano trovato al suo interno un motociclo sul quale i due uomini non avevano saputo fornire utili indicazioni su proprietà e la provenienza. I Carabinieri avevano perciò rintracciato il proprietario il quale aveva appena scoperto che il mezzo gli era stato rubato mentre era parcheggiato nei pressi di Isola Bella. All’interno del furgone i Carabinieri avevano trovato anche arnesi da scasso e alcuni coltelli. Il motociclo era quindi stato restituito al proprietario e i due catanesi erano stati arrestati e condotti nella Casa Circondariale di Messina Gazzi. Il Tribunale aveva poi convalidato l’arresto e sottoposto i due al regime dei domiciliari e all’applicazione del braccialetto elettronico.