Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Furto a Santo Stefano di Camastra, quattro arresti

Neanche il tempo di contare il bottino che i carabinieri li hanno arrestati. Manette ai polsi per Giovanna Porcelli (classe 1962, pregiudicata, casalinga), Pasqua Fortunato (classe 1968, pregiudicata, casalinga), Antonino Santoro (classe 1977, pizzaiolo) e Giuseppe Di Maggio (classe 1989, nullafacente).

Ieri pomeriggio i militari dell’Arma hanno intercettato a Caronia un’auto sulla quale viaggiavano quattro persone che avevano appena commesso un furto in un negozio di ceramiche d’arte a Santo Stefano di Camastra, dove avevano derubato la proprietaria di una somma di denaro conservata in una borsa.

I quattro, nonostante il furto fosse stato commesso in pochissimo tempo, sono stati notati mentre salivano a bordo di un’auto della quale sia targa che direzione di marcia sono state immediatamente comunicate alle pattuglie in servizio dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Santo Stefano di Camastra, che si sono lanciate ad un breve inseguimento che si è concluso con l’arresto dei quattro, immediatamente identificati.

La perquisizione dell’auto ha anche permesso di trovare diversi utensili per lo scasso. Su disposizione dell’A. G. competente, Porcelli, Fortunato, Santoro e Di Maggio sono stati condotti nelle Case Circondariali di Messina e Mistretta in attesa di essere giudicati per direttissima.

Francesca Duca

Ventinovenne, aspirante giornalista, docente, speaker radiofonica. Dopo una breve parentesi a Chicago, torna a preferire le acque blu dello Stretto a quelle del lago Michigan. In redazione si è aggiudicata il titolo di "Nostra signora degli ultimi" per interviste e approfondimenti su tematiche sociali che riguardano anziani, immigrati, diritti civili e dell'infanzia.Ultimamente si è cimentata in analisi politiche sulle vicende che animano i corridoi di Palazzo Zanca.